L'altalena in un hotel | Architetto.info

L’altalena in un hotel

wpid-4665_swing.jpg
image_pdf

Si chiama altalena “Symbiosis 313-315”, è stata realizzata da uno studio di architetti con base in Grecia e presentata ala XV Biennale dei giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo svoltasi a Salonicco

Si tratta di una installazione, situata al terzo piano di un albergo abbandonato – e temporaneamente adibito a spazio espositivo: un’altalena che occupa per tre sale, dalla 313 alla 315 e che penetra attraverso le pareti delle stanze.

I fori realizzati nelle pareti sono larghi abbastanza per ospitare l’albero in metallo della struttura dell’altalena, ma non permette il contatto visivo tra i tre ambienti, questo permette ai giocatori che si trovano nelle diverse stanza si di interagire, di dipendere reciprocamente per rendere il gioco possibile ma non di vedersi.

La struttura dell’altalena è lunga 7.5 metri, i sedili, che invitano i visitatori a sedersi per “altalenarsi” sono di colore rosso brillante  – in contrasto con il colore dell’albero. 

I vestiboli alle due estremità sono dipinti di bianco, mentre nella sala centrale che ospita  il meccanismo congiunto sono state conservate le pareti originarie dell’hotel, rivestite con una vecchia carta da parati. Un’installazione divertente ma anche un’idea brillante, la quale reale realizzazione – in un appartamento eccentrico o in un hotel (operativo) potrebbe davvero essere presa in considerazione.

A.U.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
L’altalena in un hotel Architetto.info