L'arca di Noe' (della cultura) | Architetto.info

L’arca di Noe’ (della cultura)

wpid-4660_.jpg
image_pdf

Al team dello studio Manuel Ocaña Arquitectos è arrivata una richiesta piuttosto insolita da parte di una fondazione belga: progettare una struttura in grado di garantire la sopravvivenza di 20 famiglie e migliaia di libri per tre anni dopo l’apocalisse del 2012, da collocare sul pendio di una montagna della Sierra Nevada, in Spagna.

Così è nato il concept Apocalyptic Muffins, una sorta di “arca di Noè della cultura”, una struttura concepita pensando a come proteggere la popolazione da fenomeni naturali devastanti quali tsunami, terremoti, disastri nucleari o altro.

L’idea iniziale, spiega il team di architetti, è stata quella di utilizzare un approccio organico di atomizzazione e circolazione. Le diverse aree a cupola sono interconnesse e celano la configurazione del sistema sotterraneo di paesaggio.

Il progetto ha presto incontrato ostacoli pratici. In primis, il costo di realizzazione stimato in 4,5 milioni di euro. Le grandi società di ingegneria, dicono gli architetti, sono attualmente impegnate nella vendita migliaia di bunker in tutto il mondo per proteggersi dal’imminente apocalisse e hanno eliminato Apocalyptic Muffins dai propri progetti. L’argomentazione delle aziende sarebbe stata: “il progetto è estremamente serio ma la vostra proposta è costosa e impraticabile”. Una reazione abbastanza prevedibile.

O.O.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
L’arca di Noe’ (della cultura) Architetto.info