Le gare di ingegneria e architettura segnano +68,8% in valore | Architetto.info

Le gare di ingegneria e architettura segnano +68,8% in valore

wpid-22620_ii.jpg
image_pdf

Con il buon risultato di marzo, 38,8 milioni di euro +100,7% su marzo 2013, si consolida l’andamento positivo mostrato a febbraio e si chiude il primo trimestre 2014 a +68,8% in valore rispetto ai primi tre mesi del 2013.

A registrare il trend di crescita è l’aggiornamento al 31 marzo dell’osservatorio Oice-Informatel: le gare per servizi di ingegneria e architettura rilevate nel mese sono state 311 (di cui 31 sopra soglia), per un importo, come detto, di 38,8 milioni di euro (26 sopra soglia, 12,8 sotto soglia). Rispetto al mese di marzo 2013 il numero delle gare cala dell’8,2%, mentre il loro valore cresce del 100,7% (+252,3% sopra soglia e +7,3% sotto soglia).

Anche i dati del primo trimestre dell’anno sono, come detto, positivi: sono state bandite 924 gare che, rispetto al primo trimestre 2013, scendono dell’8,2% (+63,2% sopra soglia e -18,3% sotto soglia), ma raggiungono un valore complessivo di 122,3 milioni di euro, con un aumento sul 2013 del 68,8% (+157,5% sopra soglia e -12,6% sotto soglia).

L’osservatorio rileva, inoltre, che sono sempre troppo alti i ribassi con cui le gare vengono aggiudicate. In base ai dati raccolti fino a marzo il ribasso medio sul prezzo a base d’asta per le gare indette nel 2012 è al 35,9%. Simili risultano i ribassi relativi alle gare indette nel 2013 che si collocano su una media pari al 35,8%.

Nel mercato europeo dei servizi di ingegneria e architettura, per gare pubblicate nella Gazzetta comunitaria, il numero delle gare italiane è passato dalle 67 del primo trimestre 2013 alle 56 del 2014: -16,4%. Nell’insieme dei paesi dell’Unione europea, il numero dei bandi per servizi di ingegneria e architettura mostra nello stesso periodo un calo minore: -9,7%. Rispetto al totale delle gare pubblicate dai paesi europei il numero di quelle italiane rimane comunque molto modesto, solo l’1,7%. Si tratta di un dato di gran lunga inferiore rispetto a quello di paesi di paragonabile rilevanza economica: Francia 36,9%, Germania il 18,9%, Polonia il 7,6%, Svezia il 6,4%, Gran Bretagna il 4,9%.

L’andamento delle gare miste, cioè di progettazione e costruzione (appalti integrati, project financing, concessioni di realizzazione e gestione), è ancora in calo: il valore messo in gara nei primi tre mesi del 2014 scende infatti dell’11,6% rispetto allo stesso periodo del 2013. Gli appalti integrati da soli hanno un andamento opposto: crescono sia in numero, +19%, e sia in valore, +49,8%.

Copyright © - Riproduzione riservata
Le gare di ingegneria e architettura segnano +68,8% in valore Architetto.info