Lo sky jump si fa architettura | Architetto.info

Lo sky jump si fa architettura

wpid-4320_Holmenkollen.jpg
image_pdf

Sebbene il progetto complessivo sia ancora incompiuto, ad Holmenkollen il salto è stato compiuto. Ed è stato certificato come sicuro superando tutte le norme tecniche e di sicurezza richieste per le competizioni internazionali di salto, in occasione della cerimonia di apertura all’inizio di marzo della Ski Federation World Cup Nordic. Presenti oltre 30.000 persone, il salto è da ritenere come un test di prova prima che la Federazione Internazionale di sci (FIS) approvi la struttura per i campionati del mondo di sci che si terranno l’anno prossimo a Oslo, dal 24 febbraio al 6 marzo 2011. 

Un bar e una piattaforma panoramica sarà aggiunto alla fine di quest’anno. Il progetto dovrebbe essere completato nel 2011.

I piani sono comunque stati rispettati e attuati come previsto. Il 3 marzo, Annette Sagen è stato il primo saltatore di sci ufficiale a saltare 106,5 metri, durante la cerimonia di apertura dello Skijump, e ha stabilito il nuovo record di Holmenkollen.

Dopo la manifestazione il team JDS Architects autori del progetto, continuerà il lavoro rimanente per il completamento della struttura entro il 2011.Entro la fine di quest’anno infatti sarà aggiunto un bar a 418 metri sul livello del mare e a 70 dal piano di calpestio, che darà modo di provare l’esperienza di guardare i saltatori da vicino sentendosi a propria volta sospesi nell’aria. E per finire, nella parte superiore della torre inclinata, a chiusura del bar, una splendida terrazza panoramica di 110m2 rivelerà ai fruitori una straordinaria vista sulla città di Oslo e sui suoi fiordi.{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Lo sky jump si fa architettura Architetto.info