Marmomacc 2013: appuntamento a settembre a Verona | Architetto.info

Marmomacc 2013: appuntamento a settembre a Verona

wpid-17089_ConferenzastampaMarmomaccrelatorieplatea.jpg
image_pdf

Si è svolta l’11 giugno alla Triennale di Milano la conferenza stampa di presentazione della 48a edizione di Marmomacc, la fiera internazionale di marmo, design e tecnologie, in programma a Verona da mercoledì 25 a sabato 28 settembre 2013. Erano presenti il presidente di Veronafiere, Ettore Riello, il direttore generale, Giovanni Mantovani, Philippe Daverio, critico d’arte, Aldo Colonetti, direttore scientifico dello Ied e di Ottagono, e l’architetto Paolo Baldessari e Alex Terzariol, presidente Adi – delegazione Veneto e Trentino.

Il settore della pietra naturale è in controtendenza positiva rispetto all’andamento generale dell’export italiano nel primo trimestre di quest’anno – ha sottolineato Ettore Riello –. Per continuare a sostenere l’export della pietra naturale, uno dei comparti produttivi di maggior tradizione e qualità del made in Italy, occorre puntare su cultura e business”.

Ecco perché, secondo il presidente di Veronafiere, “una manifestazione di livello internazionale come Marmomacc con una media di 1.500 espositori da oltre 55 Paesi, 50mila visitatori da più di 130 nazioni, quasi 50 tra collettive estere e delegazioni commerciali dai 5 continenti, diventa fondamentale non solo per lo sviluppo commerciale all’estero del nostro tessuto manifatturiero, ma anche per aiutare a percepire in tutto il mondo il valore di questo prodotto, delle tecnologie e dei macchinari per la sua produzione e trasformazione: eccellenze non de localizzabili”.

Un’attività di internazionalizzazione che passa, appunto, dalla 48a edizione della rassegna: dall’estrazione alla finitura delle superfici, dalle tecnologie di lavorazione fino ai molteplici utilizzi nel campo delle costruzioni, dell’architettura e del contract, senza dimenticare didattica e formazione degli specialisti.

Anche per questa edizione, il padiglione 7B si trasformerà in Inside Marmomacc, cuore pulsante della cultura e della formazione nel settore litico con un fitto programma di mostre, sperimentazioni di design, esperienze didattiche e incontri formativi, che accompagnerà i visitatori durante i quattro giorni di manifestazione. Il Forum del Marmo, sede di convegni, conferenze, lectio magistralis e seminari, continuerà ad essere il punto d’incontro privilegiato tra architetti e designer, professionisti del settore, studenti e professori, tecnici e ingegneri che qui avranno la possibilità di approfondire svariate tematiche legate al prodotto lapideo.

Tra i progetti culturali di Inside Marmomacc si distingue Marmomacc & Design, che nasce  dalla volontà di far collaborare aziende espositrici e giovani progettisti sul tema della ricerca nel campo del design litico. Il percorso imprese/designer presenta dunque un’importante novità a partire dall’edizione 2013: la partecipazione di giovani talenti under 30.

Per sviluppare il tema del progetto, “La pietra fluida”, ideato da Aldo Colonetti e Paolo Baldessari, sono stati individuati alcuni progettisti specializzati non solo nel design tradizionale, ma anche nelle nuove tecnologie, nei linguaggi visivi, negli strumenti multimediali sono stati abbinati ad aziende per le quali dovranno interpretare la pietra in modo moderno e innovativo, rendendola più duttile e flessibile e realizzando un prodotto di comunicazione in grado di penetrare nel mercato, mantenendo sempre la consapevolezza dell’essenza del materiale e della sua possibile declinazione in “oggetti”.

Giunge  quest’anno alla sua settima edizione il premio Best Communicator Award, rivolto a tutti gli espositori presenti a Marmomacc e nato per sottolineare l’importanza dello spazio espositivo come mezzo efficace di comunicazione del marmo e della pietra. Una giuria di esperti deciderà quali saranno le aziende che avranno saputo interpretare nel modo più originale e incisivo la propria presenza e la propria qualità produttiva attraverso lo spazio espositivo.

Marmomacc 2013 ospita la XIII edizione del prestigioso Premio Internazionale Architetture di Pietra (International Award Architecture in Stone), il premio a cadenza biennale che celebra le migliori produzioni architettoniche realizzate mediante l’uso della pietra.  Il premio si avvale di una giuria prestigiosa composta da autorevoli storici, critici e docenti di architettura: Klaus Theo Brenner (Facoltà di Architettura Potsdam), Alberto Ferlenga (Dipartimento di Architettura, Università Iuav, Venezia), Luis Fernández Galiano (direttore di Arquitectura Viva), Fulvio Irace (Dipartimento di Architettura, Politecnico di Milano), Vincenzo Pavan (Dipartimento di Architettura, Università di Ferrara).

La giuria, coordinata da Vincenzo Pavan, si è riunita a marzo e ha analizzato 29 opere architettoniche realizzate degli ultimi tre anni in undici diversi Paesi e ha scelto le seguenti opere, che sono state ritenute rappresentative di un panorama significativo delle migliori realizzazioni a livello internazionale.

Opere vincitrici

Arup Associates – Druk White Lotus School – Ladakh, India

Alberto Campo Baeza – Sede del Consiglio di Castiglia e Léon – Zamora, Spagna

Max Dudler – Centro visitatori del Castello – Heidelberg, Germania

Mias Arquitectes – Riqualificazione degli spazi urbani – Banyoles, Girona, Spagna

Carl Fredrik Svenstedt – Stone House – Lubéron, Francia

Menzione speciale

Ufficio Sassi Matera – Auditorium e Centro Culturale Casa Cava – Matera, Italia

Premio “ad memoriam” – dedicato a un autore scomparso

Alessandro Anselmi (1934-2013) – Cimitero di Parabita, Italia

Premio “Architettura Vernacolare”

Architettura in pietra a secco del Mediterraneo: Taulas, Navetas, Barracas, Muragghi, Pagliari

Puglia, Sicilia, Spagna, Baleari

A cura di Vincenzo Pavan

All’edizione 2013 di Marmomacc torna anche Marmomacc & the City, una mostra di sculture e installazioni in pietra nel centro di Verona riservata alle aziende che partecipano al Salone. Dall’inizio della manifestazione fino alla fine di ottobre, piazze e giardini faranno si trasformeranno in un museo a cielo aperto, dove le nove aziende che hanno aderito al progetto potranno esibire una loro opera realizzata in materiale lapideo, superando così il perimetro della fiera per presentarsi in città con la propria originale produzione.

Infine ritorna l’appuntamento con l’offerta formativa della Stone Academy, l’associazione che collega università, professioni e istituzioni impegnate nelle attività di formazione, ricerca e divulgazione accademica e professionale dell’architettura con l’uso della pietra. Ad oggi si contano oltre 20 strutture aderenti tra universitarie e di aggiornamento professionale associate o partecipanti ai programmi formativi che riconoscono cfu o cfp, e, per la prima volta, durante la fiera un gruppo nutrito di strutture universitarie si riunirà attorno a un tavolo di lavoro per determinare le linee guida di un settore dell’insegnamento dell’architettura che, ad oggi, è divenuto di largo interesse e attualità, sdoganandosi da pregiudizi e preconcetti.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Marmomacc 2013: appuntamento a settembre a Verona Architetto.info