Martino Gamper: design is a state of mind | Architetto.info

Martino Gamper: design is a state of mind

wpid-193_Gamper.jpg
image_pdf

La Pinacoteca Agnelli di Torino ospita, fino al 22 febbraio 2015, “Martino Gamper: design is a state of mind”, organizzata in collaborazione con Serpentine Galleries di Londra e il Museion di Bolzano. La mostra, a cura del designer italiano, presenta librerie e mobili, che raccontano la storia del design e il loro impatto sulle nostre vite, dagli anni ’30 ad oggi.

Variando dai classici della storia del design ai pezzi unici al design industriale, a quello funzionale fino a lavori commissionati, la mostra include oggetti di noti designer come Franco Albini, Ercol, Charlotte Perriand, Gaetano Pesce, Giò Ponti, Ettore Sottsass disposti vicinoa Ikea e Dexion. Tra i designer le cui collezioni saranno in mostra: Enzo Mari, Paul Neale, Max Lamb & Gemma Holt, Jane Dillon, Michael Marriott, Sebastian Bergne, Fabien Cappello, Adam Hills, Michael Anastassiades, Andrew Mc Donagh & Andreas Schmid, Daniel Eatock e Martino Gamper stesso.

La mostra è stata ospitata alla Serpentine Sackler Gallery di Londra dal 5 marzo all’18 maggio 2014 e sarà poi ospitata al Museion di Bolzano dal12 giugno al 13 settembre 2015.



{GALLERY}

a Andrea Branzi 

b Ettore Sottsass – Max (a sinistra) – Martino Gamper – L’Arco della Pace (a destra)

c Osvaldo Borsani

Copyright © - Riproduzione riservata
Martino Gamper: design is a state of mind Architetto.info