Mercato immobiliare residenziale: focus su Roma | Architetto.info

Mercato immobiliare residenziale: focus su Roma

wpid-17949_roma.jpg
image_pdf

Il Centro studi di Casa.it ha preso in esame l’andamento della domanda e dell’offerta e l’andamento dei prezzi degli immobili residenziali negli ultimi dodici mesi, da luglio 2012 a luglio 2013. Nel primo semestre dell’anno è proseguita a livello nazionale la flessione delle compravendite delineatasi nel 2012, con un calo stimato dal 14% al 22% rispetto all’analogo periodo dell’anno scorso.

Il quadro della situazione, tuttavia, non è tutto a tinte fosche. Nelle principali città italiane, infatti, il mercato ha dato segnali più positivi rispetto alla tendenza generale, soprattutto in termini di domanda cresciuta a ritmi maggiori rispetto allo stesso periodo del 2012. Dai dati del Centro Studi di Casa.it emerge la mappatura aggiornata dei quartieri emergenti di Milano, Roma, Torino, Bologna, Firenze e Napoli. Si tratta di zone dove gli scambi hanno ripreso una certa vivacità nonostante la difficoltà di trovare un punto di incontro tra le quotazioni proposte dall’offerta e i prezzi che la domanda è disposta a pagare.

A Roma, il mercato residenziale nel centro storico, pur registrando forti cali negli scambi, ha comunque fatto segnare delle note positive in alcuni quartieri. In particolare, l’attenzione  dei potenziali acquirenti con budget disponibili superiori ai 700.000 euro si concentra nelle aree limitrofe a Trevi, Corso Plebiscito e Piazza Barberini. In queste aree, il key market price varia fra i 9.000 e i 10.000 euro al mq, mentre il differenziale fra il prezzo di chi vende e il prezzo di chi vuole comprare è del 7,5%, ovverosia circa 8 punti più basso rispetto alla media della Capitale.

Il mercato romano, tuttavia, si muove anche su altri quartieri. Ad esempio, il Centro Studi di Casa.it ha rilevato scambi in crescita nei quartieri periferici dell’area Prenestina – Tor Sapienza e Tor Cervara all’interno del GRA nella zona est del Comune di Roma. È positivo anche il mercato delle compravendite sugli assi di Via Tuscolana e della Via Appia, soprattutto nelle vicinanze delle fermate della metropolitana. Anche in queste aree la domanda di abitazioni risulta in crescita rispetto all’anno scorso, nonostante l’offerta non sia certamente bassa.

Nel complesso, la distanza fra i prezzi di domanda e offerta a Roma rimane sempre sopra il 14%, con la conseguenza di rendere particolarmente lunga e laboriosa la fase della contrattazione. “Il gap tra i prezzi di domanda e offerta non aiuta certo a velocizzare le trattative” – commenta Daniele Mancini, amministratore delegato di Casa.it –. Il prezzo al metro quadro a cui si potrebbe oggi arrivare per dare maggiore velocità al mercato si situa intorno ai 4.000 euro per la parte più prossima al centro città, per scendere del 25% procedendo verso l’esterno”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Mercato immobiliare residenziale: focus su Roma Architetto.info