Messaggi imprevedibili | Architetto.info

Messaggi imprevedibili

wpid-40_nuovahome.jpg
image_pdf

Sì, messaggi. La trasversalità di Marti Guixè, spagnolo classe 1964, ci fa pensare che il suo profilo non si possa ricavare solo dall’allineamento di alcuni prodotti intesi nel senso più condiviso. Anzi, è proprio la disomogeneità di approcci e di linguaggi a tratteggiarci una delle figure più eclettiche del design contemporaneo.

Guixè lavora sul messaggio. E questo lo porta a coinvolgere nell’atto creativo tanti tipi di supporto, tanti tipi di tema. Dal prodotto industriale allo scarabocchio polemico su una sedia anonima, ogni suo gesto è un atto comunicativo. La funzione c’è, ma viene dopo.

L’esplorazione che lo scorso anno Guixè ha avviato nel campo del food design ha rappresentato un’occasione dire qualcosa di effettivamente nuovo e, soprattutto, di imprevedibile. E questo atteggiamento vale anche per categorie di artefatti molto diverse fra loro, senza il senso della gerarchia. Diventa prodotto perfino il nastro adesivo che, avvolto intorno alla carta straccia, diventa un pallone da calcio.

Non provocazioni, ma nuovi suggerimenti filosofici rispetto alla vita comune, come il salvadanaio per i semi e l’orologio su cui scrivere gli appuntamenti.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Messaggi imprevedibili Architetto.info