Nelle tenute agricole del Belgio nuovi edifici che fanno il verso agli antichi | Architetto.info

Nelle tenute agricole del Belgio nuovi edifici che fanno il verso agli antichi

wpid-4535_homeverde.jpg
image_pdf

Dato l’attuale clima economico, i proprietari dei fondi rustici nei Paesi Bassi sono alla ricerca di nuovi modi per sostenersi. Il prezzo di costo delle foreste e del settore agricolo è sotto pressione, ma è necessario che i proprietari trovino nuovo sostegno economico per le loro tenute di campagna.

Il fondo del Groote Scheere è una tenuta di campagna nel nord-est dei Paesi Bassi ed è un esempio di pianificazione di un lotto per nove case (più una come casa pilota) a pianta libera, che variano da 375 m3 a 1000 m3, che non vogliono essere circondate dal paesaggio o dal giardino, ma vogliono essere parte di esso.

La visione del progetto “9+1” deriva dal carattere degli edifici esistenti, la maggior parte dei quali sono case coloniche. Le caratteristiche delle aziende agricole e delle stalle antiche sono state tradotte in nuove tipologie residenziali. La ‘fattoria Halle’ è stato il punto di partenza per la forma dell’edificio tipo in cui è dominante il rapporto del tetto, con le proporzioni di tre a uno sulla facciata. Un fienile che sale dalla terra e dall’erba è allo stesso tempo una dimora ma anche parte del paesaggio. Questo paesaggio ha la funzione di un enorme giardino, che grazie alla sua posizione e morfologia naturale è sia privato che di pubblico accesso. Le abitazioni nel paesaggio formano una superficie continua, dove il tetto e la terra diventano un gesto unitario, un’unica piega nel paesaggio, sfocando i confini tra pubblico e privato nel quartiere residenziale.

La facciata è costituita da una serie di elementi mitigatori che svolgono un ruolo essenziale nell’impatto degli edifici. Grandi persiane verticali su un lato permettono alla luce di entrare, quando sono aperte in estate, ma hanno anche la funzione di tende da sole. Le chiusure orizzontali sul lato opposto sono più piccole e più strette, e ricordano le fessure delle facciate delle case di campagna.

Nelle aziende agricole originarie, l’abitazione e il fienile sono i soli due spazi necessari e costruiti. Questa componente storica ha assunto un nuovo significato nella nuova costruzione: ha reso inutili le pareti divisorie interne per dare vita invece a un unico grande spazio interno. Quello che era il fienile occupa la metà dello spazio del primo piano e come un soppalco crea un ambiente intimo e accogliente, lasciando una doppia altezza nella parte a giorno della casa.{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Nelle tenute agricole del Belgio nuovi edifici che fanno il verso agli antichi Architetto.info