Non chiamatelo ventilatore! | Architetto.info

Non chiamatelo ventilatore!

wpid-4311_ljkkbionicmotioniwing.jpg
image_pdf

La bionica, di solito, si spinge verso le forme e i meccanismi più complessi del mondo biologico. Ma a volte sono le immagini più sintetiche ed essenziali a dare spunti molto interessanti. Ad esempio I:wing, il nuovissimo dispositivo per la circolazione dell’aria negli spazi chiusi disegnato dallo studio Phoenix Design e prodotto da Bionic Motion.
L’icona di riferimento è sicuramente la libellula. L’apparecchio consiste in un minuscolo basamento in Corian, che contiene il motore, e in una coppia di leggerissime ali in nylon montate su una struttura in alluminio lucidato. Il movimento delle ali è duplice: esse “sbattono” come quelle dei volatili e, in più, ciascuna ruota su se stessa.
Stupefacente, se si pensa che la produzione della sottile brezza avviene nel massimo silenzio.
I:wing è stato pensato in varie dimensioni e nelle versioni sia da soffitto che da terra. Il modello più grande raggiunge l’altezza di 175 cm.
Una grande scultura zoomorfa destinata a stupire sia per la sua forma elegante che per la performance climaticae che è capace di generare.{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Non chiamatelo ventilatore! Architetto.info