Non è un iPod… | Architetto.info

Non è un iPod…

wpid-4293_.jpg
image_pdf

Di solito la luce cosiddetta “tecnica” tende alla neutralità formale, per non entrare in conflitto visivo con il sistema architettonico (talvolta anche di forte contenuto storico) che deve illuminare. La Modular, azienda belga che produce apparecchi architetturali, desidera, al contrario, che i propri prodotti abbiano una forte riconoscibilità e che, oltretutto, esprimano un gusto futurista.
Modulare torna alla ribalta con Spock, faretto dalle linee un po’ anni ’70, del tutto riecheggianti il filone spaziale. Curiosamente, il suo aspetto è molto simile a quello dell’iPod… ma i suoi contenuti sono assai poco formalisti. Innanzitutto il supporto della lampada è ben evidenziato, nonostante il rigore geometrico. E poi viene gestita con grande abilità la scelta illuminotecnica: Spock è un modello della nuova generazione, poiché prevede l’utilizzo dei LED. Anzi, l’azienda sta spingendo fortemente la ricerca in questa direzione, nel tentativo di creare un nesso inscindibile tra linguaggio e nuova tecnologia.

Copyright © - Riproduzione riservata
Non è un iPod… Architetto.info