Il sistema a cappotto verso la norma Uni - Cti | Architetto.info

Il sistema a cappotto verso la norma Uni – Cti

Avviato tra Uni e Cti un processo di normazione per definire la corretta posa del sistema di isolamento a cappotto. Promotore dell'iniziativa e' il Consorzio Cortexa

wpid-26672_cappotto.jpg
image_pdf
Presto arriverà la norma Uni sulla corretta posa del sistema a cappotto: Cortexa, il consorzio per la cultura del sistema di isolamento a cappotto, ha reso noto di aver richiesto all’ente di normazione l’elaborazione di una norma sul Sistema Etics e la sua corretta posa, costituendosi parte attiva nell’elaborazione della norma stessa.
La proposta di Cortexa è il prodotto di una serie di richieste, sempre più forti, avanzate dagli operatori dell’edilizia direttamente coinvolti sul tema. Dello svolgimento di tale procedura di normazione, Uni ha incaricato il Comitato Termotecnico Italiano (Cti), ente delegato per le questioni inerenti l’isolamento termico.

Per l’elaborazione della norma il Cti ha adottato come punto di riferimento proprio il “Manuale di Applicazione del Sistema a Cappotto”: lanciato nel 2009 dal Consorzio Cortexa, il manuale è diventato, grazie al lavoro di un team tecnico formato dalle associazioni dei diversi Paesi europei appartenenti all’Eae, il Manuale europeo di applicazione dei sistemi a cappotto, riassumendo le conoscenze tecniche più avanzate in materia e diventando il documento di riferimento a livello europeo.

 

LEGGI ANCHE:  Sistema a Cappotto: i requisiti di qualita’

L’incarico di redazione della norma per la posa del cappotto è affidato al Comitato Tecnico 101, gruppo di lavoro presieduto dall’Ing. Erba, presidente di Anit. Il progetto di norma sulla posa del cappotto è coordinato dall’Ing. Federico Tedeschi, responsabile della Commissione Tecnica di Cortexa.

Il percorso normativo potrà durare in media uno o due anni, al termine del quale gli applicatori, i progettisti e i direttori lavori italiani potranno avvalersi di una norma tecnica condivisa e riconosciuta.
E’ allo studio, sempre al tavolo Uni-Cti, anche una forma di normazione per definire in modo univoco il
percorso formativo necessario per gli applicatori di sistema a cappotto: manca infatti in Italia una scuola edile
ufficiale che qualifichi gli artigiani e le imprese applicatrici del sistema, al contrario di quanto avviene in quasi tutti i paesi del centro e nord Europa.

Copyright © - Riproduzione riservata
Il sistema a cappotto verso la norma Uni – Cti Architetto.info