Le novità del Milleproroghe 2015, dagli appalti all'edilizia scolastica | Architetto.info

Le novità del Milleproroghe 2015, dagli appalti all’edilizia scolastica

proroga_3
image_pdf

Come da tradizione, anche il 2015 ha avuto il suo “Milleproroghe”: il Decreto-legge 30 dicembre 2015 n. 210, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 30 dicembre 2015, che ha prorogato i termini già previsti da alcune disposizioni legislative. In particolare, ecco una sintesi delle principali proroghe introdotte, di interesse per il professionista tecnico:

Appalti

  • L’obbligo di anticipo del 20% all’appaltatore è prorogato fino al 30 giugno 2016.
  • L’obbligo di pubblicazione dei bandi sui giornali è prorogato al 1°gennaio 2017, quando è prevista l’entrata in vigore della norma sulla pubblicazione telematica di avvisi e bandi di gara.
  • Fino al 31 luglio 2016, termine previsto dalla legge delega sugli appalti per l’emanazione del Dlgs con la riforma del Codice appalti, i requisiti tecnico-economici potranno essere attestati facendo riferimento:
    a) all’attività dei dieci anni precedenti alla sottoscrizione del contratto con la Soa (imprese);
    b) ai migliori tre anni del quinquennio precedente o i migliori anni del decennio precedente (progettisti).
  • Fino al 31 luglio 2016, l’adeguata idoneità tecnica e organizzativa (art. 189 D.Lgs. n. 163 del 2006) per le iscrizioni richieste e rinnovate, potrà essere sostituita dal possesso di attestazioni SOA per importo illimitato in non meno di un numero di categorie differenti in funzione della classifica.
  • Fino al 31 dicembre 2015, i soggetti in possesso di attestazioni Soa per classifica illimitata possono documentare l’esistenza del requisito a mezzo copia conforme delle attestazioni possedute.

Edilizia scolastica

  • Gli enti beneficiari potranno trasmettere al Miur le aggiudicazioni provvisorie delle opere in relazione ai piani per la messa in sicurezza degli edifici (legge 13 luglio 2015, n. 107), entro il 30 aprile 2016.
  • Gli interventi di edilizia scolastica finanziati dalla Bei e coperti dallo Stato per 905 milioni di euro (art. 10 Legge 8 novembre 2013, n. 128), potranno essere aggiudicati provvisoriamente fino al 29 febbraio 2016.
  • L’adeguamento delle strutture adibite a servizi scolastici alle disposizioni legislative e regolamentari in materia di prevenzione incendi (art. 10-bis, comma 1 Legge 8 novembre 2013, n. 128) dovrà essere completato entro sei mesi dalla data di adozione del decreto ministeriale previsto e comunque non oltre il 31 dicembre 2016.

Emissioni di impianti industriali

  • Con l’introduzione dei commi 3-bis e 3-ter all’articolo 273 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, è prorogato al 1° gennaio 2017 il termine per l’applicazione dei valori limite di emissione agli impianti che hanno regolarmente presentato istanza di deroga in quanto:
    a) grandi impianti di combustione anteriori al 1988;
    b) grandi impianti multi-combustibile che utilizzano i residui di distillazione e di conversione della raffinazione del petrolio greggio, da soli o con altri combustibili, per i propri consumi, per almeno il 50% della somma delle potenze termiche fornite da tutti i combustibili;
    c) impianti anteriori al 2006, di potenza termica nominale pari o superiore a 400 MW e che utilizzano esclusivamente combustibili solidi, i quali, a partire dal 1° gennaio 2008 e fino al 31 dicembre 2015, non siano stati in funzione per più di 2000 ore annue e, a partire dal 1° gennaio 2016, non siano in funzione per più di 1500 ore annue.
  • Sino alla definitiva pronuncia dell’Autorità Competente in merito all’istanza, e comunque non oltre il 1° gennaio 2017, le relative autorizzazioni continuano a costituire titolo all’esercizio, a condizione che il gestore rispetti anche le condizioni aggiuntive indicate nelle istanze di deroga e rispetti dal 1° gennaio 2016, per gli inquinanti non oggetto di richiesta di deroga, i pertinenti valori limite di emissione massimi.

Rifiuti

  • I rifiuti con Pci (Potere calorifico inferiore) > 13.000 kJ/kg potranno essere ammessi in discarica fino al 29 febbraio 2016 (art. 6, comma 1, lettera p), D.lgs. 13 gennaio 2003, n. 36).
  • L’adeguamento al Sistri (Sistema informatico di controllo della tracciabilità dei rifiuti) è prorogato al 31 dicembre 2016.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Le novità del Milleproroghe 2015, dagli appalti all’edilizia scolastica Architetto.info