L'architetto è escluso dall'incarico ma la gara è irregolare: per la Cassazione va risarcito | Architetto.info

L’architetto è escluso dall’incarico ma la gara è irregolare: per la Cassazione va risarcito

Il caso di un architetto che è stato escluso da un incarico professionale pur avendo un curriculum di molto superiore agli altri. Per la Cassazione c'è danno

architetto
image_pdf

Con la sentenza n. 11794 del 6 marzo, la III sezione della Cassazione, ha accolto la domanda dell’architetto escluso dall’aggiudicazione dell’incarico professionale, il quale sosteneva che la mancata valutazione del curriculum avrebbe determinato la sua esclusione dalla una gara per il conferimento di un incarico di progettazione di Edilizia Residenziale Pubblica.

La Cassazione ritiene che nei casi in cui un concorrente sia stato danneggiato, prima, dal procedimento valutativo adottato dall’amministrazione e poi dalla conclusione del contratto, avente ad oggetto la prestazione lavorativa a favore della p.a., il risarcimento monetario dovrà tener conto sia delle spese sostenute per la partecipazione alla gara, sia del mancato guadagno, ricomprendendo in quest’ultima definizione il mancato guadagno per non aver potuto svolgere l’attività professionale ed il mancato incremento del proprio curriculum (c.d. danno curriculare).

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
L'autore
L’architetto è escluso dall’incarico ma la gara è irregolare: per la Cassazione va risarcito Architetto.info