Darwin week 2009 a Roma: evoluzionismo e architettura | Architetto.info

Darwin week 2009 a Roma: evoluzionismo e architettura

wpid-1067_darwinweek.jpg
image_pdf

Circa 200 studenti di architettura, ingegneria e belle arti, italiani e di altri paesi dell’UE, allestiranno 5 installazioni all’interno di Villa Borghese, a Roma. L’iniziativa si svolgerà dal 1 all’8 aprile, nell’ambito del Darwin week 2009, un evento organizzato dall’Associazione SESAM Italia 2009, dalla Facoltà di architettura di Valle Giulia (Università La Sapienza) e dalla Fondazione Bioparco di Roma. L’evento vuole essere un “momento di analisi, di approfondimento e di conoscenza su quanto sia stretto il legame tra il concetto di evoluzionismo darwiniano e la progettazione architettonica”, spiega il professor Benedetto Todaro, preside della Facoltà di Valle Giulia.
L’associazione SESAM Italia 2009 è  stata creata per organizzare l’appuntamento di quest’anno del SESAM (Small European Students of Architecture Meeting), un’organizzazione apolitica che fa incontrare, con cadenza annuale, degli studenti europei di architettura, ingegneria e belle arti. ‘Ogni anno si riuniscono degli studenti selezionati di queste tre facoltà, in una sede diversa – ha continuato Mazzantini – e quest’anno sarà qui a Roma. Il tema di questa edizione è l’evoluzione e si inserisce nelle celebrazioni per il Bicentenario della nascita di Darwin’.

Darwin week 2009 si propone quindi di sensibilizzare gli studenti alle problematiche ambientali. Gli studenti saranno esortati ad affrontare il tema dell’evoluzione da un punto di vista concettuale e architettonico. A dirigerli nei cantieri ‘open air’ saranno dei tutor, selezionati tramite un bando di concorso redatto sulla base del progetto di Mazzantini e Zammerini.

Gli studenti, sotto la regia degli architetti Massimo Zammerini e Cristina Mazzantini,  coordinati dall’architetto di Valle Giulia Donatella Scatena, cureranno gli allestimenti dei progetti premiati in 5 siti scelti come “ideali tappe di un percorso architettonico-darwiniano”, preannuncia l’architetto Cristina Mazzantini, la quale tiene anche a precisare che “l’esposizione è stata concepita con lo scopo di presentare forme didattiche alternative alle tradizionali strutture cantieristiche e di sollecitare anche una sensibilità in difesa dell’ambiente tra i progettisti , siano essi architetti che ingegneri”.
Le 5 installazioni – liberamente realizzate partendo da una forma-base a forma di solido cubico a tre facce – saranno esposte all’ingresso del Bioparco, in via Pinciana, alla Valle dei Platani di Villa Borghese, davanti alla Galleria nazionale di Arte moderna e a Valle Giulia, davanti alla Facoltà di Architettura. “In queste aree – aggiunge Mazzantini – gli studenti riceveranno i visitatori, spiegheranno le loro idee progettuali e organizzeranno momenti di incontro con workshop e incontri culturali. “Per l’anno darwiniano – sottolinea Fulvio Fraticelli, direttore scientifico del Bioparco – abbiamo voluto proporre questa grande manifestazione culturale di respiro internazionale che potesse applicare i principi dell’evoluzione in ambiti non prettamente biologici. L’idea di un percorso architettonico sul tema dell’evoluzione è un grande omaggio che rivolgiamo a Charles Darwin che 150 anni fa senza esserne forse del tutto cosciente, ha rivoluzionato la scienza della vita.
Darwin week 2009 prevede anche una serie di attività complementari quali conferenze, concerti, feste e visite guidate. Tali attività si svolgeranno all’interno delle sedi del Bioparco e della Facoltà di architettura Valle Giulia. Un workshop sarà dedicato alla realizzazione di prodotti di design come sedie e tavolini.

Copyright © - Riproduzione riservata
Darwin week 2009 a Roma: evoluzionismo e architettura Architetto.info