Emergenza Ischia, l'architetto Giuseppe Grimaldi è commissario delegato | Architetto.info

Emergenza Ischia, l’architetto Giuseppe Grimaldi è commissario delegato

Pubblicata l'ordinanza che ufficializza la nomina dell'architetto Giuseppe Grimaldi a Commissario delegato per la gestione dell'emergenza post sisma sull'Isola d'Ischia

Sisma_ischia
image_pdf

Angelo Borrelli, capo del Dipartimento della protezione civile, ha firmato l’ordinanza che disciplina i primi interventi urgenti conseguenti all’evento sismico che ha interessato il territorio dei comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno dell’Isola di Ischia lo scorso 21 agosto.
Il provvedimento nomina Commissario delegato l’architetto Giuseppe Grimaldi, cui spetta il coordinamento dei centri operativi attivati sul territorio, degli interventi già avviati e di quelli che, successivamente, saranno ritenuti necessari al superamento delle criticità in atto.

L’ordinanza prevede che il Commissario delegato si raccordi con il Prefetto della Provincia di Napoli e si avvalga della struttura organizzativa regionale, compresi gli enti e le agenzie della Città metropolitana di Napoli, e dei Sindaci dei comuni interessati dall’evento sismico, anche in qualità di soggetti attuatori.  Per l’esercizio delle funzioni a lui attribuite il Commissario si avvale di un comitato tecnico, da lui nominato, composto da sette esperti che opereranno a titolo gratuito.

Tra le varie misure stabilite, l’ordinanza prevede anche che il Commissario operi in raccordo con le strutture centrali e locali del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per gli interventi urgenti di messa in sicurezza del patrimonio artistico danneggiato.

Intanto la Protezione Civile ha fornito i primi dati relativi ai sopralluoghi di agibilità post sisma. Al 28 agosto scorso, sono stati effettuati complessivamente 577 sopralluoghi. Di questi sono 27 le verifiche su strutture scolastiche (i cui esiti hanno restituito 10 edifici agibili, 7 parzialmente o temporaneamente inagibili e 10 inagibili), 13 su edifici pubblici (7 agibili, 4 temporaneamente inagibili e 2 inagibili), 3 sugli Istituti di cura (di cui 2 agibili e 1 temporaneamente inagibile). Salgono poi a 45 le verifiche sugli alberghi (33 agibili, di cui 1 agibile come struttura ma non utilizzabile per rischio esterno, 3 temporaneamente o parzialmente inagibili anche per rischio esterno, 1 da rivedere, 7 inagibili e 1 senza esito). Sono invece 489 i sopralluoghi effettuati su edifici privati che hanno restituito: 172 edifici agibili, 16 agibili come struttura ma inagibili per rischio esterno, 99 temporaneamente o parzialmente inagibili, 2 da rivedere e 189 esiti di inagibilità. Sono inoltre 11 le schede alle quali, al momento, non è stato possibile attribuire esito.

Su Ingegneri.info potete consultare anche le fotografie dei primi sopralluoghi effettuati, a questo link.

Copyright © - Riproduzione riservata
Emergenza Ischia, l’architetto Giuseppe Grimaldi è commissario delegato Architetto.info