Gli architetti del Cnappc a sostegno dell'UNI | Architetto.info

Gli architetti del Cnappc a sostegno dell’UNI

Architetti pronti a dare il proprio contributo all'Ente nazionale italiano di unificazione, che da quasi 100 anni si occupa delle norme tecniche volontarie per l'industria, il commercio e il settore terziario

Computer Tablet Showing Finished Kitchen On House Plans, Pencil,
image_pdf

Il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori è ufficialmente socio sostenitore dell’Uni, l’Ente Nazionale Italiano di Unificazione. Obiettivo di fondo quello di rafforzare la mutua collaborazione finalizzata ad accrescere la cultura normativa degli architetti e migliorare le sinergie utili al raggiungimento dei rispettivi scopi istituzionali, dal momento in cui i professionisti sono equiparati alle PMI, ai fini dell’accesso ai finanziamenti comunitari.

L’Uni si occupa delle famose norme che prendono in esame dalla sicurezza sul lavoro alla sicurezza degli arredi per gli edifici scolastici, ed altri ambiti che afferiscono spesso direttamente alle professioni tecniche. La normazione tecnica è strumento essenziale allo sviluppo delle attività professionali e la sua conoscenza è altrettanto essenziale per il miglioramento e la crescita competitiva delle micro piccole e medie imprese e dei professionisti. Tra i principali elementi dell’accordo la possibilità per gli architetti italiani di partecipare come esperti con diritto di voto o osservatori a 40 Commissioni e gruppi di lavoro, attraverso la nomina di rappresentanti selezionati nel mondo ordinistico.

Nell’accordo tra Cnappc e Uni c’è l’idea di sviluppare insieme specifiche attività formative, in particolare proprio sui temi della normazione tecnica a beneficio dell’aggiornamento professionale degli architetti con l’utilizzo delle rispettive competenze e strutture. Previsto anche la predisposizione di un calendario di corsi specificatamente definiti in un programma di annuale da realizzare secondo specifiche intese.

Già definiti e presentati anche i contenuti dell’accordo straordinario – che sarà siglato a giorni in virtù del ruolo di socio sostenitore dell’ UNI assunto dal Consiglio Nazionale – che permetterà agli architetti italiani, al costo di 50 euro all’anno, di accedere al portale UNI, di visionare e di utilizzare la formula di scarico di tutti i testi integrali delle norme che vi sono contenute. Con tale adempimento si assolverà il rispetto del principio legale del diritto di autore e sarà pertanto possibile utilizzare e richiamare il riferimento normativo UNI in tutti gli elaborati tecnico progettuali.

Con questo accordo il Consiglio Nazionale degli Architetti prosegue il percorso di accompagnamento e di facilitazione del lavoro degli architetti italiani sempre più impegnati in una grande opera di innovazione in vista di una sempre più marcata professionalizzazione.

Copyright © - Riproduzione riservata
Gli architetti del Cnappc a sostegno dell’UNI Architetto.info