Osservatorio mercato pubblico progettazioni Cnappc-Cresme: a maggio cresce il valore dei bandi | Architetto.info

Osservatorio mercato pubblico progettazioni Cnappc-Cresme: a maggio cresce il valore dei bandi

I dati dell'Osservatorio promosso da Cnappc e Cresme sul mercato pubblico dei servizi di architettura e ingegneria a maggio 2015. Crescono gli incarichi per la direzione dei lavori e il coordinamento della sicurezza

architetto_lavoro
image_pdf

E’ stato pubblicato l’aggiornamento relativo a maggio 2015 dell’Osservatorio Cnappc-Cresme sul mercato pubblico dei servizi di architettura e ingegneria. Si tratta della nuova analisi, promossa dal Consiglio nazionale architetti, che dopo un primo riscontro complessivo sul 2014 viene pubblicata adesso mensilmente. Fornisce dati sui servizi di architettura e ingegneria (progettazioni, verifiche e collaudi, pianificazione, catasto, consulenze tecniche, indagini geognostiche, consulenza gestionale) e sulle opere pubbliche (bandi con e senza progettazione).

L’Osservatorio ha quantificato a maggio 2015 383 bandi di gara del valore presunto di oltre 27 milioni di euro. Rispetto allo stesso mese del 2014 si registrano segni positivi per numero e importo: +0,5% il numero di gare, da 381 gare a 383; +4,6% il valore economico, da 26 milioni, di maggio 2014, a 27 milioni, nel mese in esame. Più debole il bilancio dei bandi per opere pubbliche con progettazione.  Nell’ultimo mese si registra il crollo degli importi a fronte di un numero di opportunità pressoché stabile.

Nell’intero periodo gennaio-maggio 2015 i bandi per servizi di architettura e ingegneria censiti dall’Osservatorio sono stati 2.451, per un importo complessivo pari a 137 milioni di euro. Rispetto allo stesso periodo del 2014 cresce il numero di opportunità del 19% ma si riduce il valore economico del 21%. Sono stati 535 per un importo di quasi 2 miliardi invece i bandi di opere pubbliche con progettazione. Anche in questo caso il bilancio rispetto a quanto mandato in gara un anno prima è a doppia velocità (+23% il numero di opportunità; -20% gli importi). Risulta invece complessivamente negativo il bilancio del resto del mercato delle opere pubbliche (-3,8% il numero; -31,5% gli importi).

A maggio 2015 il bilancio dei servizi di architettura e ingegneria è complessivamente positivo rispetto ai risultati di un anno prima; rispetto al mese precedente il bilancio invece è a doppia velocità. Segni tutti positivi per gli incarichi medi e grandi, rallentano i piccoli. Crescono di oltre il 30% gli incarichi per la direzione dei lavori e il coordinamento della sicurezza.

L’89%  dei  bandi  per  il  31%  degli  importi  in  gara  riguarda servizi di  importo inferiore a 100mila euro; il restante 11% dei bandi e il 69% degli importi riguarda invece servizi di importo superiore. Sia rispetto a maggio 2014 che ad aprile 2015, si riducono i piccoli incarichi e crescono quelli di fascia media e quelli più grandi.

Per quanto riguarda le tipologie di incarico, si  riducono del 16% gli avvisi per l’istituzione di elenchi professionisti; cresce l’importo dei servizi di progettazione e per piani e studi ma non il numero di opportunità; crollano gli importi dei bandi per verifiche e collaudi e per servizi catastali e topografici; in crescita gli altri servizi di consulenza tecnica trainati dai servizi di supporto al RUP e di assistenza tecnica, economica e giuridica per l’espletamento delle procedure di gara per la concessione del servizio di distribuzione del gas.

cnappc_cresme-maggio

Nell’intero periodo gennaio-maggio si registra un bilancio complessivamente positivo per i servizi di progettazione, trainati da direzione lavori e coordinamento della sicurezza, e per quelli catastali e topografici; si conferma la frenata della pianificazione e il bilancio a doppia velocità degli incarichi per verifiche e collaudi e per altri servizi di assistenza tecnica (aumenta il numero di opportunità, ma non l’importo in gara).

A maggio 2015, infine, si registra il crollo degli importi dei bandi di gara con progettazione (da 791 milioni a 308; -61,5%) a fronte di un numero di opportunità pressoché stabile (da 112 gare a 111; -0,9%). Il resto del mercato, ovvero  i bandi  “senza  progettazione”, risulta più debole dal lato del numero (-25%) ma in crescita per importo (+3,2%). Nell’intero  periodo,  l’unica  nota  positiva  è  la  crescita  del  numero di bandi con progettazione (+23%).

Copyright © - Riproduzione riservata
Osservatorio mercato pubblico progettazioni Cnappc-Cresme: a maggio cresce il valore dei bandi Architetto.info