Professionisti equiparati alle imprese in Toscana, è la prima volta in Italia | Architetto.info

Professionisti equiparati alle imprese in Toscana, è la prima volta in Italia

La Toscana è la prima regione in Italia a equiparare i professionisti alle imprese, istituirà anche un Osservatorio delle professioni intellettuali

image_pdf

Sarà la Toscana la prima regione italiana ad equiparare i liberi professionisti alle imprese dando così loro la possibilità di accedere ai fondi comunitari e a tutti i bandi. Ma non solo: in Giunta regionale è approdato un progetto di legge per la modifica della L.R. n. 73/2008: il ddl prevede l’istituzione di un osservatorio delle professioni intellettuali presso IRPET, L’Istituto Regionale di Programmazione Economica della Toscana, con compiti di monitoraggio, studio e ricerca nel campo del mercato delle professioni.
“La Regione – ha commentato il presidente Enrico Rossi – ribadisce il proprio impegno al mondo dei professionisti, una delle leve fondamentali dello sviluppo dell’economia regionale, dato che rappresentano il 10% degli occupati toscani e quasi il 20% del pil. E lo fa, prima regione in Italia, sia attraverso una misura molto importante per garantire loro l’accesso ai finanziamenti comunitari e a tutti i bandi, sia rinnovando la legge regionale, rafforzando così la possibilità di partecipare alle scelte di governo e, attraverso l’osservatorio, di avere sempre presente la situazione e l’evoluzione del mondo delle professioni”.

Entro la fine di febbraio, fanno sapere i tecnici toscani, saranno approvate le modifiche alle linee guida dei bandi per la concessione di agevolazione alle imprese, alla luce di quanto disposto nella legge di stabilità in vigore dal 1° gennaio 2016 che ha riconosciuto quanto affermato dalla Raccomandazione della Commissione europea 2003/361/CE e dal Regolamento UE 1303/2013, equiparando i professionisti alle PMI. Quindi d’ora in poi i bandi della programmazione dei fondi strutturali europei 2014/2020 si dovranno estendere anche ai liberi professionisti. Si tratta dell’ennesima misura, da parte della Toscana, a favore dei professionisti. A cominciare dal Fondo di Garanzia, per la concessione di assicurazioni per consentire l’avvio di nuove attività, e proseguendo con il contributo in conto interessi (concessione dell’importo degli interessi gravanti sui finanziamenti garantiti della precedente misura), i praticantati retribuiti per i giovani, i contributi per l’accesso al co-working (per chi è intende avviare un’attività autonoma), i voucher formativi (contributi per l’aggiornamento professionale) ed il Catalogo Servizi Avanzati e Qualificati per le PMI toscane. La consistenza del settore professionale in Toscana è rappresentata dal 10% del totale degli occupati. Al 31 dicembre 2013 gli iscritti ad Ordini e Collegi professionali erano 148.000, circa 39 professionisti ogni mille abitanti, 4 in più della media nazionale.

Copyright © - Riproduzione riservata
Professionisti equiparati alle imprese in Toscana, è la prima volta in Italia Architetto.info