Serate d’architettura a Milano | Architetto.info

Serate d’architettura a Milano

wpid-1221_comarch.jpg
image_pdf

L’Ordine degli Architetti di Milano propone nella giornata di giovedì  5 novembre presso la sede dell’Ordine, due eventi di approfondimento su argomenti di grande attualità che saranno occasione di incontro, discussione e confronto.

Si inizierà con il seminario dal titolo “Progettare l’impianto fruibile“alle ore 16,00 che verterà sugli aspetti tecnici e progettuali applicazioni tecniche della domotica a vantaggio dell’autonomia e della sicurezza delle persone anziane e/o disabili.

 Il seminario è rivolto a progettisti e architetti di ambienti civili e del terziario, oltre che a installatori di soluzioni di automazione, possono essere coinvolti associazioni quali ONLUS legate al mondo degli anziani e dei disabili, aziende sanitarie ed ospedaliere, ASL, assessorati, istituzioni pubbliche ed enti privati.

L’evento permetterà di:

  • sensibilizzare i progettisti sul loro ruolo attivo nella promozione di soluzioni impiantistiche all’avanguardia, anche al fine di garantire edifici fruibili a tutti;
  • trasmettere i principali criteri di integrazione degli impianti coinvolti;
  • evidenziare le opportunità e la flessibilità che l’automazione della casa e dell’edificio offre agli utenti.

Si continuerà poi, alle ore 21.15, con la serata dal tema “Opere pubbliche: Procedure europee ed esperienza italiana” finalizzata al confronto di idee su quello che è il sistema italiano di gestione dei lavori pubblici e le procedure comunitarie e internazionali di gestione dei progetti . Oggi, l’attuale contesto milanese propone numerose iniziative di trasformazione urbana che è opportuno prendere come spunto di riflessione sulla tematica della qualità della programmazione e gestione dei progetti complessi.

Infatti, il concorso di architettura rientra in maniera importante nelle dinamiche di governo delle trasformazioni del territorio: una programmazione attenta, sviluppata attraverso l’introduzione di elementi di innovazione, costituisce uno strumento culturale in possesso della committenza, attraverso il quale dirigere e controllare il processo progettuale nel corso del suo intero sviluppo.

In Italia la committenza pubblica non sembra oggi preparata a presentare al mercato una domanda di qualità in termini di efficacia della definizione del processo produttivo da innescare e di efficienza dei controlli da esercitare su questo processo.

Condizione indispensabile per lo sviluppo della competitività diviene quindi la capacità di definire un sistema di gestione del processo regolato da un quadro normativo chiaro ed efficace, applicato da figure professionali competenti e consapevoli sia nella fase di programmazione – formulazione della domanda – sia nella fase di progettazione e realizzazione – fase di produzione delle offerte.

Copyright © - Riproduzione riservata
Serate d’architettura a Milano Architetto.info