SPAZIO URBANO e DIMENSIONE UMANA: | Architetto.info

SPAZIO URBANO e DIMENSIONE UMANA:

image_pdf

Consulta femminile Treviso
con il patrocinio di Regione Veneto, Provincia di Treviso, Comune di Treviso
Commissione Pari Opportunità del Comune di Treviso

In collaborazione con Università IUAV di Venezia
Centro di Servizio per il Volontariato per la Provincia di Venezia

SPAZIO URBANO e DIMENSIONE UMANA

Treviso 20 maggio 2005 ore 16.30

Sala Conferenze ANCE
Associazione Nazionale Costruttori Edili
Via Tolpada, 20

Cristina Greggio
Presidente Consulta Femminile

Saluto delle Autorità

Coordinamento lavori
Arch. Vita Gennaro
Dipartimento Costruzione
Architettura Università IUAV di Venezia

Passeggiate trevigiane
Alberto Nascimben
Fotografo – Treviso

Gli accessi storici della città
Ing. Enzo Siviero
Dipartimento Costruzione
Architettura Università IUAV di Venezia

Comunicazione Visiva e qualità urbana
Gianluigi Pescolderung
Studio Tapiro – Venezia

Interventi liberi e proposte conclusive

Vivere lo spazio urbano secondo una propria dimensione di vita è l’aspirazione di ognuno di noi. Ognuno di noi può essere fruitore e talvolta anche interprete.
I fruitori, dal cittadino singolo al nucleo societario più semplice, la famiglia, usufruiscono, vivono la città e manifestano le proprie esigenze secondo una coscienza sociale e del sociale che certamente caratterizzano la nostra città.
Gli interpreti, gli attori attivi, gli operatori esperti preposti all’interpretazione dei bisogni delle tendenze, ma responsabili anche dell’individuazione di proposte, di risorse e progetti, hanno il compito di rendere fruibili e vivibile ogni parte di città in tutte le sue funzioni.
La città come luogo non soltanto di residenza o collocazione sul territorio, ma come dimensione spazio-tempo per la crescita culturale e sociale professionale.
Questo naturale processo di crescita di ogni singolo cittadino, deve essere il risultato di una città il cui tessuto urbano di tipo medievale si trasforma dotandosi di infrastrutture, di accessi, di viabilità e luoghi di aggregazione al passo coi tempi.

LA CONSULTA FEMMINILE DI TREVISO

E’ stata istituita nel 1972 e, come da Statuto, “ha per scopo di studiare i problemi di vita sociale ed economica locale interessanti direttamente o indirettamente le Donne e di prospettare questi problemi alle Amministrazioni ed agli Enti Locali competenti, di interessare l’opinione pubblica a tali problemi anche al fine di stimolare una maggiore partecipazione della Donna alla vita pubblica.
Vi fanno parte nove Associazioni Femminili operanti nel territorio di Treviso che hanno finalità sociali e sono costituite con regolare Statuto.

Le Associazioni sono le seguenti:

AMMI – Associazione Mogli Medici Italiani
Associazione ANDE TREVISO (ass. onlus)
CIF – Centro Italiano Femminile
Convegni di Cultura “Ven. Maria Cristina di Savoia”
Donna e Società
FIDAPA – Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari
MOICA – Movimento Italiano Casalinghe
PASFA – Assistenza Spirituale Forze Armate (Ass. onlus)
SOROPTIMIST INTERNATIONAL CLUB – Treviso

Due delegate della Consulta Femminile di Treviso rappresentano le Associazioni Femminili nella Commissione Pari Opportunità del Comune di Treviso.
La Consulta Femminile nel suo continuo impegno a sensibilizzare e promuovere tematiche dedicate ad uno “Stile di Vita per Amare la Vita” dedica la chiusura del suo Anno Sociale 2004-2005 ad una conferenza dal titolo “Spazio Urbano e Dimensione Umana”. Un momento dedicato all’ambiente per evidenziare come la qualità dello spazio urbano sia strettamente legata alla qualità della vita.

Copyright © - Riproduzione riservata
SPAZIO URBANO e DIMENSIONE UMANA: Architetto.info