XXIII Congresso mondiale degli Architetti: presentazione ufficiale ed anticipazioni | Architetto.info

XXIII Congresso mondiale degli Architetti: presentazione ufficiale ed anticipazioni

image_pdf
XXIII Congresso mondiale degli Architetti
Presentazione ufficiale ed anticipazioni

Martedì 11 marzo, presso la Fondazione Triennale di Viale Alemagna 6, è stato presentato ufficialmente il XXIII Congresso mondiale degli Architetti che si terrà a Torino dal 29 giugno al 3 luglio 2008. Ne dà notizia il sito ufficiale dell’Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Milano.

A presentare l’iniziativa è intervenuto l’Architetto Leopoldo Freyrie, Relatore Generale del Congresso, secondo il quale  “Questo di Torino sarà il congresso dell’Architettura, non degli Architetti, un’Architettura che desidera mettersi in discussione e confrontarsi con impegno con la società, per un futuro migliore dell’habitat. Vedremo a confronto Architetti e non architetti, impegnati in dialoghi, main sessions e specialit sessions su sostenibilità Culturale, economica e ambientale.

Saranno 3, i temi oggetto di approfondimento delle giornate congressuali:
–    la cultura architettonica;
–    il valore sociale (non a caso da polis, città, deriva il termine politica);
–    la sostenibilità tema imprescindibile delle sfide di domani.

Il tema del congresso 2008 è estremamente ambizioso e stimolante: Transmitting Architecture – Comunicare Architettura, ovvero la capacità e la forza che ha l’architettura di esprimere e trasmettere nel tempo valori, emozioni e culture diverse.
Un titolo che racchiude due significati: l’architettura comunica la sua azione, progettuale e sociale, ma contemporaneamente raccoglie le energie positive e i fenomeni emergenti espressi dalla società. Farsi conoscere ed apprezzare non solo per quello che produce, ma soprattutto, per i valori che comunica.

Personaggi di fama internazionale si riuniranno a Torino per discutere sul futuro dell’architettura, tra questi Mario Bellini, Gary Chang, Michele De Lucchi, Peter Eisenman, Massimiliano Fuksas, Thomas Herzog, Knafo e Klimor, Kengo Kuma, Dominique Perrault, Renzo Piano, Hani Rashid, John Rykwert, Alvaro Siza, Paolo Soleri, Muhammad Yunus.

Al congresso di Torino prenderanno parte migliaia di architetti e di studenti provenienti da tutto il mondo, un congresso che si vuole misurare con problematiche che travalicano gli stretti ambiti e linguaggi della professione, per affrontare le vere questioni dell’umanità.

Tre i temi al centro dei giorni di confronto ed esposizione: Cultura, Democrazia e Speranza. Tre valori che alla luce della cronaca di questi anni – e soprattutto nel prossimo futuro – caratterizzeranno il vivere civile e collettivo del nostro tempo. Insomma, un’assise che vuole avvicinare l’architettura a un pubblico sempre più ampio, fruitore vero e ultimo dell’architettura.
L’architettura è la disciplina che trasforma nel tempo ciò che ci sta intorno e che dialoga con tutti: deve misurarsi con le grandi questioni di questo secolo, la riduzione delle risorse naturali, lo sviluppo sostenibile, i processi di inurbamento, l’integrazione, la convivenza e la sicurezza.

L’evento si svolge al Centro Congressi Lingotto di Torino e al Palavela. Oltre alle sessioni di lavoro, nell’arco delle giornate sono previste le premiazioni dei concorsi e la consegna della Medaglia d’Oro UIA.
I programmi prevedono eventi e seminari sugli aspetti più attuali della materia, oltre 20 mila metri quadri di spazi dedicati a esposizioni di architettura e di discipline connesse, mostre ed eventi. Dal 30 giugno al 3 luglio, contemporaneamente al congresso, si svolge all’Oval una fiera internazionale di prodotti per l’architettura, l’edilizia e la compatibilità ambientale, ARCHITEKNONIKA, accessibile a tutti i partecipanti e aperta al pubblico.
Dentro l’Oval anche spazi culturali con A Book, la libreria internazionale specializzata in architettura, urbanistica e paesaggio. A Book organizza durante i giorni di congresso Archileggere, serie di incontri e appuntamenti con autori di fama internazionale sul grande tema dell’architettura e del mondo che la circonda.

“Partecipare al Congresso Mondiale degli Architetti significa anche partecipare alla storia, alla cultura e alla vita della città ospite. – spiega Riccardo Bedrone, Presidente del Congresso UIA 2008 e Presidente dell’Ordine degli Architetti di Torino – Per cinque giorni Torino vivrà all’insegna dell’architettura. Eventi, mostre, presentazioni animeranno l’intera città”.

L’Ordine degli Architetti di Torino è direttamente impegnato nell’organizzazione e promozione degli OFF CONGRESS OFFICIAL EVENTS e nel coordinamento degli eventi legati all’architettura che vanno a confluire in un OFF CONGRESS CALENDAR, attività tesa a garantire un prolungato effetto congresso alla cultura dell’architettura a Torino.

È possibile iscriversi al XXIII Congresso degli Architetti Torino 2008 sul sito www.uia2008torino.org secondo le diverse modalità di partecipazione (per categorie).
Le iscrizioni sono aperte ad un costo contenuto: 100 euro per i professionisti e 50 euro per studenti e accompagnatori.

Per altre informazioni, consultare il sito www.ordinearchitetti.mi.it

Copyright © - Riproduzione riservata
XXIII Congresso mondiale degli Architetti: presentazione ufficiale ed anticipazioni Architetto.info