A MADE expo si racconta il Padiglione Italia di Expo 2015 | Architetto.info

A MADE expo si racconta il Padiglione Italia di Expo 2015

A Building the Expo l'anteprima di alcuni dei principali padiglioni per l'esposizione universale. Apre lo speciale cemento biodinamico di Palazzo Italia

wpid-26399_madeexpo.jpg
image_pdf

È iniziata presso Fiera Milano Rho l’edizione 2015 del MADE expo, il salone del design, architettura ed edilizia in programma fino al 21 marzo prossimo. E nel fitto programma di incontri ed eventi spicca una delle anteprime ufficiali più ‘forti’ dell’ormai prossima Esposizione universale.

Si tratta di Building the Expo, mostra che presenta oltre 30 progetti dei padiglioni di Expo 2015: nello spazio espositivo una doppia libreria lunga quasi 40 metri dedica ogni scaffale a un padiglione, mentre un grande “foro” centrale ospita gli incontri con i progettisti di queste architetture, arricchiti dalla presenza di otto prototipi in scala al vero di alcuni principali elementi tecnologici.

Molti e prestigiosi gli studi coinvolti: Masterplanstudio (Angola), Studio Simmetrico (Azerbaijan), Stefano Pierfrancesco Pellin (Brasile e Giappone), Link-Arc (Cina), Studio Cardenas (Colombia), Foster + Partners (Emirati), Architetto Wiechell (Germania), Knafo Klimor Architects (Israele), Studio Speech – Sergei Tchoban (Russia), Peia e Associati (Coca Cola), Studio Daniel Libeskind – Sara Dowson (Padiglione Vanke).

Ad aprire le danze l’architetto Michele Molè dello studio Nemesi&Partners, progettista di Palazzo Italia, vera e propria ‘immagine’ dell’approccio di Building the Expo, viaggio a cavallo tra tecnologia e architettura.

Il progetto di Padiglione Italia è stato descritto da chi l’ha pensato e disegnato come una ‘utopia concreta’ che “ha spinto al massimo la capacità e la possibilità delle aziende di sperimentare”. Il Padiglione Italia ha una delle sue peculiarità tecnologiche nell’uso dello speciale cemento biodinamico messo a punto dal gruppo di ricerca di Italcementi, presente all’incontro.

“Un prodotto dal contenuto tecnologico ancora più innovativo”, ha spiega Enrico Scalchi, responsabile sviluppo prodotti di Italcementi, che ha donato a Palazzo Italia “oltre 12mila ore di ricerca, il lavoro di 15 ricercatori e oltre 2mila tonnellate di materiale per la realizzazione dei 750 pannelli che costituiscono il rivestimento del palazzo”.

Copyright © - Riproduzione riservata
A MADE expo si racconta il Padiglione Italia di Expo 2015 Architetto.info