Architettura del vino: ampliamento di Cantina Santa Margherita a Portogruaro | Architetto.info

Architettura del vino: ampliamento di Cantina Santa Margherita a Portogruaro

L'intervento di ampliamento e ristrutturazione eseguito dallo studio romano Westway Architects su Cantina Santa Margherita a Portugruaro (Venezia)

foto: Moreno Maggi
foto: Moreno Maggi
image_pdf

Lo studio di architettura romano Westway Architects ha firmato il progetto di ampliamento e rinnovo della Cantina Santa Margherita, esempio di ‘architettura del vino‘ sito a Fossalta di Portogruaro, in provincia di Venezia. Il ‘volto nuovo’ della cantina porta ora i tratti stilistici dello studio, generalmente rivolti al dettaglio che catalizza l’attenzione e che guida la lettura d’insieme dell’intervento (vedi il progetto dell’attico verticale a Roma).

La geometria solida, nata per collegare e integrare i diversi blocchi produttivi esistenti, si rivela attraverso i materiali e i colori, che nella loro autenticità ricalcano le scelte di qualità dell’azienda. A iniziare dalle doghe di zinco-titanio, che corrono verticali, nella parte bassa della facciata fino ad altezza uomo, e sono caratterizzate dal pigmento rosso terra, a richiamare il colore del vino. Nella parte più alta le doghe incontrano quelle di pigmento grigio, che invece fuggono in verticale verso il cielo.

La copertura è disegnata da una lamiera grecata di alluminio, mentre per la pensilina esterna la scelta è ricaduta sull’alluminio e le lunghe travi dipinte di bianco, che sembrano il filo immaginario che imbastisce il tutto, sono di acciaio. Una vetrata protegge e mostra allo stesso tempo i serbatoi di acciaio inox per la vinificazione. E infine le finestre “a imbotte, per convogliare tutta la luce possibile all’interno degli uffici”, come sottolinea la relazione di progetto, sono tutte interpunzioni di un unico blocco scultoreo.

È un progetto che esprime, nel dialogo fra continuità e discontinuità dei volumi e delle geometrie, i ritmi del lavoro che si svolge al suo interno e all’esterno, nel piazzale. L’architettura, così pensata, ha raggiunto l’obiettivo di rendere più fluidi i movimenti, proteggere dalle intemperie cose e persone, ma anche quello di unire le diverse fasi e zone: stoccaggio, area di vinificazione e cantina. Ogni reparto si dichiara protagonista e tassello importante di una catena, a partire dalla nuova dimensione architettonica e visiva che si coglie nel colpo d’occhio generale. Richiamata, nella sua importanza, da una parete di vetro retroilluminata. Realizzata con duemila bottiglie, risolve una zona d’ombra e sintetizza l’impronta imprenditoriale della Cantina Santa Margherita. Di giorno attira l’attenzione di chi è diretto negli uffici e di notte emana un rassicurante effetto scenografico, in continuità con l’insegna aziendale luminosa posta a poca distanza.

foto: Moreno Maggi

foto: Moreno Maggi

La ristrutturazione e il rinnovo di vecchi edifici con nuove tipologie di facciate, che incidono sull’estetica e sulle prestazioni energetiche e funzionali, oggi con un termine di origine inglese si chiama “recladding”. Westway Architects a Fossalta di Portogruaro ha unito eleganza, leggerezza e solidità, riuscendo nel compito di vestire con un’interpretazione contemporanea forte, antichi spazi di consolidata tradizione. E soprattutto a raggiungere anche un obiettivo molto più ambizioso. “L’esigenza della committenza in questo progetto non mirava a creare solo un involucro visibile dalla strada con una funzione scenografica, quanto a ridisegnare il luogo di lavoro in maniera più fruibile e funzionale”, afferma Maurizio Condoluci di Westway Architects. “Il nostro intervento, dunque, ha riguardato la ridefinizione degli spazi dall’interno, per ridisegnarne e ricostruirne l’identità. L’intervento così definito è stato molto apprezzato proprio da chi li fruisce quotidianamente, tanto da rafforzare la relazione identitaria fra i lavoratori, il proprio luogo di lavoro e l’azienda”.

Scheda del Progetto
progetto architettonico e direzione lavori:
Westway Architects, Roma-Milano
arch. Luca Aureggi,
arch. Maurizio Condoluci
nome progetto: Cantina Santa Margherita
localizzazione: Fossalta di Portogruaro (Ve)
sviluppo a terra: 3300 mq
sviluppo lineare facciate: 235 ml
area verde: 427.51 mq
progetto: 2012, in corso un ulteriore ampliamento
fotografie: Moreno Maggi

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Architettura del vino: ampliamento di Cantina Santa Margherita a Portogruaro Architetto.info