Carlo Ratti Associati per il restyling dello stabilimento Mutti: i dettagli del progetto | Architetto.info

Carlo Ratti Associati per il restyling dello stabilimento Mutti: i dettagli del progetto

Entra nel vivo la definizione del progetto per lo stabilimento Mutti firmato Carlo Ratti Associati. Si prevede il completamento in 5 anni, intervenendo sui 250.000 mq del complesso di Montechiarugolo, che ogni anno lavora 300.000 tonnellate di pomodori

© CRA
© CRA
image_pdf

Il progetto elaborato da Carlo Ratti Associati (CRA) per Mutti, storico produttore emiliano di conserve e prodotti derivati dalla lavorazione del pomodoro, è finalmente arrivato alle sue fasi preliminari. È infatti passato più di un anno da quando la proposta elaborata dallo studio basato a Torino, che a fine 2017 ha nel frattempo anche aperto una nuova sede a New York, era stata considerata la migliore fra quelle presentate al concorso a inviti promosso dai vertici dell’azienda di Montechiarugolo (Parma) in previsione di un restyling dello stabilimento e dell’immagine, e si era imposta su nomi come Arup, West 8 e Nord Architects.

CRA, che aveva risposto all’invito insieme ad AI Engineering (per le strutture) e Marco Visconti (consulente per la definizione delle industrial units), era stato coinvolto ,sostenuto dall’esperienza maturata nell’impostazione e realizzazione del Future Food District per Expo 2015 (il padiglione tematico proposto con COOP di 7.000 mq in cui aveva esplorato le molte e possibili modalità di interazione tra uomo e cibo), che oggi è stata rafforzata anche dai più recenti interventi all’interno dell’appena aperto FICO Eataly World, il parco gastronomico più grande del mondo voluto a Bologna da Oscar Farinetti che in poco più di un mese di apertura è stato la meta di oltre 500.000 visitatori: lo spazio Venchi, storico produttore di cioccolato fondato a Torino nel 1878 da Silviano Venchi, e Hortus, padiglione in cui i visitatori sono portati ad avvicinarsi alla coltivazione autonoma attraverso l’idroponica.

Il progetto a suo tempo elaborato per la Mutti, tratteggiato nelle sue principali caratteristiche dai render realizzati ad hoc, si era dichiaratemene ispirato all’”Oda al Tomate” di Pablo Neruda, parte integrante degli stessi slogan utilizzati per la comunicazione aziendale, ed era stato ritenuto la migliore rappresentazione del legame tra l’azienda e un ricco territorio, in grado di celebrare al meglio il pomodoro, materia prima alla base di una produzione che dal 1899 commercializza conserve in Italia e nel mondo.

Disegnava i tratti di un restyling dei 250.000 mq dello storico stabilimento di Montechiarugolo e un rinnovamento dell’immagine aziendale attraverso l’introduzione dell’“interazione” tra lo stabilimento e i clienti/visitatori, tema sul cui sviluppo lo studio del diretto del Senseable City Lab del MIT di Boston ha costruito una parte importante della sua elaborazione progettuale. Si prevede infatti la sua parziale apertura al pubblico attraverso un nuovo ingresso, un corridoio chiuso lungo 120 m e alto 7 m, e un centro visitatori con ristorante circondato da un frutteto. Una terrazza accessibile diventa un punto di osservazione da è possibile osservare in modo diretto alcune fasi del processo di trasformazione dei pomodori (che per la Mutti sono 5.500 tonnellate al giorno, per un totale di 300.000 tonnellate l’anno).

Punto focale della proposta, e principale vettore su cui si muove il rinnovamento di immagine richiesto, sono i diaframmi che delimitano il corridoio e costituiscono l’involucro del visitor center, costituiti da pareti su cui spiccano i contenitori di vetro delle conserve.

La versione attuale sviluppa ulteriormente la proposta del 2016, aggiungendo nuove idee per gli spazi e le funzioni, come la creazione di un parco di 24.000 mq nelle aree intorno a un complesso circondato dalla campagna e uffici immersi in una limonaia.

Mentre si prevede di iniziare la costruzione entro l’anno, con un progetto da implementare man mano, il suo completamento è previsto nell’arco di cinque anni.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Carlo Ratti Associati per il restyling dello stabilimento Mutti: i dettagli del progetto Architetto.info