Case popolari, lo 'skyline' del quotidiano | Architetto.info

Case popolari, lo ‘skyline’ del quotidiano

wpid-17062_calvicasepopolariBrescia.jpg
image_pdf

Nonostante i suoi tratti progettuali ed estetici siano ben definiti, e spesso caratterizzino in modo indelebile il paesaggio urbano e periurbano, l’edilizia residenziale ‘popolare’ raramente riceve l’attenzione degli occhi fotografici che catturano il costruito, solitamente focalizzati sulle ‘grandi opere’ dei ‘grandi nomi’.

Eppure la ‘geometria periferica’ prodotta dalle case popolari può offrire, sotto un profilo architettonico, riflessioni importanti a un occhio disposto a catturarne gli elementi essenziali, rivelando dettagli importanti sul modo di vivere della gente comune, oltre a segnare indelebilmente lo ‘skyline‘ del nostro quotidiano, un po’ come emerge nella straordinaria opera di Michael Wolf.

Sotto questo profilo, un’occasione piccola ma preziosa di osservazione del fenomeno è offerta da una mostra che inaugura il prossimo 13 giugno a Cremona, per rimanere aperta fino al 31 luglio 2013. Ospitata all’interno della Project Room del Dellearti Hotel, struttura già ‘aperta’ a manifestazioni tra arte e design, “Case popolari” è una mostra che raccoglie il lavoro di Leonardo Calvi, giovane talento della fotografia con una passione particolare per le forme dell’architettura.

In sole sette fotografie dedicate a quattro grandi edifici popolari realizzati a Trieste, Brescia e Milano, il percorso espositivo offre un racconto essenziale del paesaggio urbano del nord Italia, in cui le case popolari diventano “monumenti contemporanei al servizio delle esigenze primarie, cattedrali essenziali di cemento dai mille occhi, simbolo della periferia che disegna se stessa con tocchi geometrici”.

{GALLERY} 

Copyright © - Riproduzione riservata
Case popolari, lo ‘skyline’ del quotidiano Architetto.info