Come sarà il primo 'condominio' di Zaha Hadid a New York | Architetto.info

Come sarà il primo ‘condominio’ di Zaha Hadid a New York

L’archistar anglo irachena Zaha Hadid conquista il terreno di New York con il progetto di un edificio residenziale di lusso adiacente alla High Line

© Zaha Hadid Architects
© Zaha Hadid Architects
image_pdf

L’architettura residenziale di Zaha Hadid farà la sua prima comparsa a New York. Si tratta di un condominio di lusso progettato con un design organico che riflette quel senso di movimento sperimentato dall’archistar nei suoi progetti. Il segno altamente influente che Zaha Hadid sta tracciando nel panorama architettonico contemporaneo è infatti dimostrato dai numerosi premi che si è aggiudicata come la recente Gold Medal 2016 del Royal Istitute of British Architects, assegnato dal Riba.

Gli appartamenti dell’edificio residenziale attualmente in costruzione sono già sul mercato e il promotore immobiliare Related Company è alla ricerca di nuovi acquirenti disposti ad investire una cifra che varia dai 4,9 milioni di dollari (circa 4,3 milioni di euro) ai 50 milioni di dollari (circa 44,3 milioni di euro) per l’attico più grande.
Il complesso sorgerà in una posizione privilegiata sulla West 28th Street e si affaccerà sull’High Line, il parco lineare che costituisce una piacevole meta per i cittadini. Essendo parte del quartiere di West Chelsea, una vecchia zona industriale trasformata in hub culturale per galleristi ed eventi, l’edificio è in grado di cogliere la dinamicità del contesto urbano e trasferirla al corpo e all’anima dell’edificio con un design audace. Zaha Hadid per questo progetto è infatti riconosciuta come exterior e interior design, mentre la firma newyorkese Ismael Levya Architects figura come architetto.

L’edificio residenziale dal design organico è adiacente al parco lineare dell’High Line © Zaha Hadid Architects

L’edificio residenziale dal design organico è adiacente al parco lineare dell’High Line © Zaha Hadid Architects

Allontanandosi dalle linee rette e dagli angoli spigolosi che dominano l’architettura residenziale convenzionale, il 520 west 28th è scolpito esternamente da elementi morbidi che traggono la propria ispirazione dalla natura. L’edificio, alto 11 piani, presenta facciate in vetro e metallo che seguono curve dinamiche; l’elemento metallico funge da marcapiano aggettante ed è pensato come una linea continua che si avvolge su se stessa da terra a cielo e abbraccia tutti i livelli, massimizzando la privacy tra gli appartamenti. Il risultato prodotto ricorda un “paesaggio verticale” che si sviluppa a partire dall’adiacente passeggiata naturale dell’High Line. Volumetricamente l’edificio è concepito come integrazione di due blocchi che fluiscono l’uno nell’altro creando un linguaggio coerente e un complesso unico.

All’interno trovano posto 39 appartamenti esclusivi che appaiono come loft, ampi fino a 510 mq e in grado di ospitare da due a cinque camere da letto, con duplex e triplex. Ogni appartamento avrà una propria identità e i residenti saranno immersi in un ambiente fluido che svela la riflessione di Zaha Hadid sugli spazi abitativi. Le cucine in marmo bianco scolpito sono progettate su misura dall’Hadid in collaborazione con l’azienda italiana Boffi, i pavimenti in rovere bianco trasmettono un maggiore senso di calore, terrazzi e balconi appaiono come una prosecuzione dello spazio interno, l’attico triplex dispone di una scala futuristica che permette di raggiungere la terrazza panoramica con vista a 360 gradi sulla città.

Le suite matrimoniali sono dotate di balconi che appaiono come una prosecuzione dello spazio interno © Zaha Hadid Architects

Le suite matrimoniali sono dotate di balconi che appaiono come una prosecuzione dello spazio interno © Zaha Hadid Architects

Anche le aree adibite ai servizi comuni sono studiate con attenzione: la lobby presenta una parete scolpita in pietra e alcuni arredi personalizzati, la piscina salina è illuminata da un lucernario che riflette l’acqua, il centro benessere trae ispirazione dagli hammam turchi, la sala fitness è stata progettata con specialisti del wellness, il parcheggio è automatizzato, gli appartamenti sono serviti da più ingressi privati che garantiscono intimità ed è presente un cinema Imax.

In attesa del suo completamento previsto per il 2017, l’architetta anglo irachena ha inaugurato una costruzione temporanea lungo l’High Line con lo scopo di proteggere i passanti dal cantiere. L’installazione artistica, chiamata Allongé, segue le linee curve del 520 west 28th e il dinamismo del parco lineare con una struttura metallica lunga 34 metri e alta quasi 5 metri che avvolge lo spazio con una rete metallica ondulata sostenuta da un telaio curvilineo in acciaio.


Scheda del progetto

Architetto: Ismael Leyva Architects
Exterior and interior Design: Zaha Hadid Architects (Zaha Hadid e Patrik Schumacher)
Indirizzo: 520 West 28th Street, New York
Cronologia: in fase di realizzazione, completamento previsto per il 2017
Programma funzionale: edificio residenziale alto 11 piani con 39 appartamenti di lusso ampi fino a 510 mq; ricchi servizi comuni e ingressi privati.
Committente: Related Company
Certificazioni: progettato in vista della certificazione Leed Silver

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Come sarà il primo ‘condominio’ di Zaha Hadid a New York Architetto.info