Daniel Libeskind per il nuovo landmark di Varsavia | Architetto.info

Daniel Libeskind per il nuovo landmark di Varsavia

wpid-17691_ZlotaTSs.jpg
image_pdf

Si ispira alla storia di Varsavia e si propone come risposta alla distruzione e alla ricostruzione post-bellica. Złota 44 è un lussuoso grattacielo di 54 piani, che porta la prestigiosa firma di Daniel Libeskind, destinato a diventare il prossimo punto di riferimento cittadino grazie ai suoi 192 metri di altezza, che lo faranno diventare il secondo edificio più alto d’Europa, e alla sua caratteristica struttura a forma di vela.

L’edificio, che aprirà ufficialmente alla fine del 2013, ospiterà 251 appartamenti e 30 unità di lusso, tra cui due attici triplex all’ultimo piano, realizzato in acciaio, oltre a parcheggi e un piano dedicato allo svago dei residenti, con centro fitness e piscina.

Caratteristica peculiare di Zlota 44 è la tripla facciata modulare in vetro composta da oltre 4.000 elementi diversi, costruiti in laboratorio e poi portati in cantiere, dove vengono montati da mini gru. Lavora al progetto anche la società di ingegneria Arup che ha fornito opere di progettazione strutturale, meccanica, elettrica e per la sicurezza pubblica.

Il progetto di Libeskind non perde di vista i requisiti ambientali, scegliendo soluzioni tecniche, dal sistema per il recupero delle acque piovane alle soluzioni per la riduzione dei consumi energetici, finalizzate al raggiungimento della certificazione energetica Breeam.

{GALLERY}

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Daniel Libeskind per il nuovo landmark di Varsavia Architetto.info