Disneyland Paris presenta il più grande ampliamento della sua storia | Architetto.info

Disneyland Paris presenta il più grande ampliamento della sua storia

È un progetto pluriennale da 2 miliardi di euro che inizierà a trasformare il parco a tema di Disneyland Paris a partire dal 2021 realizzando tre nuove aree tematiche e un lago

© Disney
© Disney
image_pdf

Disneyland Paris, il primo e unico parco a tema Disney presente in Europa, nei prossimi anni sarà trasformato dal più importante progetto di sviluppo e ammodernamento mai realizzato nella sua storia ormai ultraventennale.

Portato dall’esigenza di guardare al futuro aggiornando offerta, percorsi e attrazioni con i nuovi personaggi e le nuove storie, ma anche (forse) per rinnovare un parco tematico che negli ultimi anni ha visto le presenze annuali flettersi, l’intervento prefigurato da Robert A. Iger, amministratore delegato della Walt Disney Company, amplierà un parco oggi suddiviso in due parti, il Disneyland Park con i suoi cinque parchi e il Walt Disney Studios Park, attorno al quale si è costruita una rete di servizi, attività commerciali e rivendite di proprietà Disney che ha reso totalmente autosufficiente.

Accanto a novità che si distribuiranno in modo diffuso all’interno del perimetro del parco, i maggiori interventi modificheranno l’area degli Studios, dove saranno aggiunte tre nuove aree tematiche dedicate ai personaggi della Marvel, che è stata acquisita dalla Disney nel 2009, ai film d’animazione Frozen, prodotti da Pixar, e alla saga di Star Wars, divenuta proprietà Disney nel 2012 in seguito all’acquisizione della casa di produzione Lucasfilm. Il progetto prevede anche la realizzazione di un nuovo lago, il terzo, che fungerà da area di connessione per le aggiunte. Importanti sono le dimensioni, ma anche i tempi di realizzazione e l’investimento previsto: in partenza nel 2021, si svolgerà per fasi lungo in un arco pluriennale e impegnerà un budget stimato di 2 miliardi di euro.

L’annuncio arriva in un momento di trasformazioni, seppur più piccole, che segneranno il grande ingresso della Marvel nel parco parigino e hanno modificato alcune sue parti in occasione del suo venticinquesimo anniversario. Mentre nel 2017 è stato completato un programma biennale di ammodernamenti e nuovi spettacoli tra cui “Mickey and the Magician”, nel 2019 verrà infatti completata la trasformazione del Rock ‘n’ Roller Coaster Starring Aerosmith, che sarà caratterizzato dalla presenza di Iron Man e degli Avengers, e anche il Disney’s Hotel New York verrà ridisegnato per diventare il primo Disney’s Hotel New York – The Art of Marvel.

Inaugurato nel 1992 a Marne-la-vallée, centro a circa 30 km a est della capitale francese, Disneyland Paris è il quarto parco a tema che la Walt Disney Company ha aperto nel mondo e nel 2017 ha festeggiato i suoi primi 25 anni di vita. È oggi una presenza di importanza nazionale per la Francia intera, i cui progetti di sviluppo ed espansione non possono non coinvolgere un’amministrazione statale che da sempre è stata diretto interlocutore e che rinnova il suo appoggio con la presenza del presidente Emmanuel Macron alla presentazione del progetto, avvenuta a Parigi al Palais de l’Elysée.

Tra il parco e le attività accessorie “dirette” come ristoranti, hotel e strutture di accoglienza (7 sono quelli di proprietà Disney inseriti all’interno del parco e 9 i partner convenzionati in percorrenze comprese entro i 10 minuti), cinema, negozi di gadget e di servizio interni al parco, dà oggi lavoro a più di 16.000 persone, che non contano un indotto esteso e dai confini più sfumati. Secondo le stime della società, l’”industria Disneyland Paris” rappresenta oggi il 6,2% di tutto il comparto turistico nazionale. Nonostante il calo registrato negli ultimi anni, dalla sua apertura è stato la meta di oltre 320 milioni di visitatori ed è oggi il parco divertimenti più visitato d’Europa e fra i primi dieci al mondo.

Disneyland Paris fa parte di un sistema che, nato negli anni cinquanta negli Stati Uniti, ha prodotto finora sei parchi tematici in giro per il mondo. Il primo Disneyland Park venne infatti aperto nel 1955 ad Anaheim (Los Angeles), inaugurato dallo stesso fondatore. Il successo della formula ha portato nel tempo diverse filiazioni, prima negli Stati Uniti e poi nel mondo. Nel 1971 viene aperto Walt Disney World in Florida e nel 1983 il Tokyo Disneyland in Giappone. L’inizio degli anni novanta segna l’arrivo in Europa con Disneyland Paris (1992), mentre il nuovo millennio porta la conquista di un nuovo mercato, la Cina, dove vengono inaugurati i parchi di Hong Kong (2005) e Shanghai (2016).

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Disneyland Paris presenta il più grande ampliamento della sua storia Architetto.info