Dokk1, la biblioteca più grande dei paesi nordici | Architetto.info

Dokk1, la biblioteca più grande dei paesi nordici

Inaugurata la biblioteca di Aarhus in Danimarca, denominata Dokk1 e progettata dallo studio danese schmidt hammer lassen architects

image_pdf

La biblioteca pubblica più grande della Scandinavia sorge nella città portuale di Aarhus in Danimarca ed è stata progettata dallo studio danese schmidt hammer lassen architects. Ufficialmente aperta al pubblico da sabato 20 giugno 2015, Dokk1 appartiene alla generazione di biblioteche moderne pensate come luoghi eterogenei in grado di stimolare interazione sociale e scambio culturale, e progettate come sistemi integrati nella città.

Dokk1, la biblioteca più grande della Scandinavia © Adam Mørk

 

Lo studio schmidt hammer lassen architects ha portato a termine, in soli due mesi, la realizzazione di tre grandi progetti in Danimarca e Svezia: la biblioteca Dokk1, il centro culturale Malmo Live in Svezia, aperto al pubblico il 2 maggio 2015 e la ristrutturazione della ex centrale termica di Vejle in Danimarca, inaugurata il 24 giugno 2015.

Dokk1, il grande edificio poligonale dal volume scultoreo e sfaccettato, si estende per 35.600 mq e ospita la nuova biblioteca, un centro di assistenza per i servizi locali, un parcheggio interrato con sistema automatizzato per 1.000 posti auto e una stazione a servizio del trasporto metropolitano leggero. Il complesso sorge infatti in prossimità della foce del fiume Aarhus e fa parte di un ampio masterplan urbano, denominano Urban Mediaspace, che sta trasformando il porto di Aahrus in uno spazio flessibile, attraverso il ripensamento dell’infrastruttura portuale e il disegno di tre nuovi waterfront affacciati sulla baia omonima. Il traffico stradale sarà convogliato verso il parcheggio interrato e la nuova metropolitana portuale transita nel basamento dell’edificio, una pista ciclabile attraversa il lungomare e sono previsti circa 450 posteggi per biciclette.

Il rapporto dell’edificio con il trasporto metropolitano leggero © Adam Mørk

 

Dokk1 si affaccia sulla baia di Aarhus © Adam Mørk

 

 

 

In collaborazione con il paesaggista Kristine Jensens e la società di ingegneria Alectia, schmidt hammer lassen architects si è aggiudicato il concorso per la progettazione del complesso nel 2009 e ha concepito la biblioteca come una sovrapposizione di diversi volumi: una piattaforma poligonale in alto, un volume vetrato posizionato al centro e un podio alla base.

Questo disegno scultoreo si riflette nella distribuzione degli spazi interni: il volume centrale vetrato è il cuore dell’edificio e accoglie due piani dedicati interamente alla biblioteca con vista a 360 gradi della città; la piattaforma poligonale ospita gli uffici comunali e amministrativi, mentre il basamento è uno spazio urbano coperto che funge da centro di transito per i viaggiatori, aperto verso il fiume, la baia e la città.

L’edificio mostra una sovrapposizione di tre diversi volumi © Adam Mørk

 

Pianta del livello 0, centro di transito © schmidt hammer lassen architects

 

Pianta del livello 1, biblioteca © schmidt hammer lassen architects

 

L’edificio non mostra fronti anteriori e posteriori ma si presenta come un’architettura iconica che interagisce con l’altezza degli edifici circostanti, con la cattedrale e con gli elementi tipici del porto come le gru e le navi. Il corpo poligonale crea l’impressione di rotazione e movimento ed è rivestito con una lamiera metallica stirata che produce un effetto riflettente.

La piattaforma poligonale rivestita da una lamiera metallica stirata © Adam Mørk

 

 

Quattro grandi scalinate disposte lungo il perimetro si aprono a ventaglio e invitano i visitatori che passeggiano lungo il fiume ad avventurarsi fino al livello più alto del podio, che segna l’accesso alla biblioteca. Ampi terrazzi ruotano attorno al volume vetrato e sono arricchiti da installazioni e giochi per bambini. Concepita come un unico spazio aperto, la biblioteca si dispone su due piani collegati internamente da un rampa continua che ospita cinque piattaforme sfalsate allestite per seminari, eventi, mostre, letture e giochi. Muoversi all’interno della biblioteca significa intraprendere un percorso tortuoso di attività disposte secondo un layout aperto che crea un legame visivo tra le varie funzioni, accentuato da ambienti liberi a doppia altezza.

Le scalinate si aprono a ventaglio © Adam Mørk

 

Le ampie terrazze sono attrezzate con giochi per bambini © Adam Mørk

 

La biblioteca © Adam Mørk

 

La rampa continua che caratterizza l’interno della biblioteca © Adam Mørk

 

L’ingresso principale incontra un foyer libero e vivace che accoglie la reception, servizi informativi e un caffè-ristorante. Spazi di lettura liberi, cabine di studio, laboratori adibiti ad incontri di gruppo, servizi multipli per il social e il networking, un teatro per bambini, un’area espositiva e una per le attività interattive, uno spazio per eventi pubblici e spazi liberi informali sono alcuni dei servizi offerti dalla biblioteca.

Il foyer d’ingresso © Adam Mørk

 

Il layout aperto degli spazi interni © Adam Mørk

 

La progettazione dell’edificio ha seguito i parametri di efficienza energetica danese e sul tetto sono stati posizionati 3.000 mq di celle solari che alimentano con energia pulita le diverse parti dell’edificio.

“Dokk1 non è semplicemente un edificio, è un luogo pensato come scambio di conoscenze e opportunità, un punto d’incontro multiculturale che cambierà la percezione delle persone di tutta la città”, ha dichiarato il senior partner di schmidt hammer lassen architects, Kim Holst Jensen. “Dokk1 rappresenta un’icona per la società della conoscenza, un’icona che sostiene e stimola la collaborazione creativa”.


Scheda del progetto:
Progettisti: schmidt hammer lassen architects
Località: Aarhus, Danimarca
Dimensioni: 35.600 mq
Programma funzionale: biblioteca pubblica, centro di assistenza per i servizi locali, parcheggio con sistema automatizzato per 1.000 posti auto, stazione a servizio del trasporto metropolitano leggero.
Committenti: la città di Aarhus in partner con Realdania
Cronologia: competizione vinta nel 2009, edificio inaugurato il 20 giugno 2015
Progettazione ingegneristica: Alectia Rådgivende Ingeniører
Architettura del paesaggio: Arkitekt Kristine Jensens Tegnestue
Client Consultant: Rambøll Danmark
Premi: Architectural Review MIPIM Future Projects Awards 2015, menzione nella categoria Rigenerazione culturale

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Dokk1, la biblioteca più grande dei paesi nordici Architetto.info