Google Spruce Goose: i nuovi uffici di Google a Los Angeles firmati ZGF | Architetto.info

Google Spruce Goose: i nuovi uffici di Google a Los Angeles firmati ZGF

L’azienda di Mountain View trasforma l’hangar in cui Howard Hughes costruì l’aereo da trasporto più grande del mondo nella sua nuova sede, che quadruplica la sua presenza nell’area

© Connie Zhou
© Connie Zhou
image_pdf

Google apre nuovi uffici a Los Angeles: la nuova sede, progettata da ZGF Architects, si trova a Playa Vista, centro a una manciata di chilometri a nord del Los Angeles International Airport, dove occupa l’interno di un landmark urbano: collocato nell’area del vecchio Hughes Airport, rifunzionalizza l’hangar in cui vide la luce lo Spruce Goose, l’aereo da trasporto più grande mai realizzato da cui i nuovi uffici prendono il nome, quadruplicando in superficie la presenza dell’azienda di Mountain View (dove è attualmente in costruzione il nuovo campus firmato da BIG e Heatherwick Studio) nell’area di Los Angeles e fissando un nuovo punto di riferimento nella progettazione degli spazi di lavoro.

L’edificio di partenza: l’hangar di legno più grande del mondo

Il risultato dell’intervento è un unicum in cui trovano posto uffici flessibili e informali, oggi ormai indispensabili, a cui l’importante spazialità del contenitore, la cui altezza è pari a quella di un edificio di sette piani, ha permesso di affiancare anche ampie aree esterne completamente coperte.

La struttura di partenza è un hangar che fu realizzato nel 1943 per volere dell’imprenditore Howard Hughes (la cui vita è stata raccontata dal film ‘The Aviator’, diretto da Martin Scorsese con Leonardo Di Caprio nei panni del protagonista) per la costruzione e il ricovero di quello che è rimasto l’unico prototipo dello Hughes H-4 Hercules, chiamato ‘Spruce Goose’: realizzato con una struttura quasi completamente in legno, è l’aereo da trasporto più grande mai costruito, nato per portare beni attraverso l’Oceano ma utilizzato una sola volta e oggi in mostra all’Evergreen Aviation Museum di McMinnville (Oregon).

Le enormi dimensioni dell’aereo hanno richiesto la realizzazione di una struttura proporzionata che, dopo l’uso, è stata definitivamente dismessa negli anni ottanta insieme a tutto l’aeroporto. Saltuariamente utilizzata negli anni successivi dall’industria cinematografica per film come Independence Day, Transformers e Titanic. L’ex Hughes Airport, che era anche cantiere in cui si costruivano aeroplani, è divenuta oggi un’importante area di sviluppo immobiliare che, gestita da Brookfield Properties, ha creato anche un nuovo polo high-tech in cui Google è stato preceduto dalle nuove sedi di aziende come You Tube, Yahoo e Facebook.

Il progetto dei nuovi uffici di Google di ZGF Architects

I nuovi uffici di Google a Playa Vista, i Google Spruce Goose, si sviluppano su quattro livelli occupando volumi indipendenti che si realizzano all’interno di un edificio esteso per quasi 42.000 mq e lungo 230 m. La pianta dell’hangar è simmetrica, come anche il suo volume, costituito da due parallelepipedi coperti da una coppia di tetti a doppia falda. Il legno di abete di Douglas, essenza tipica del nordamerica che durante la seconda guerra mondiale in molte aree del paese sopperì alla carenza del metallo necessario alla produzione bellica, è il materiale che ne definisce struttura e interni: gli elementi portanti sono infatti costituiti dalla successione ritmica di grandi portali simmetrici che sembrano ricostruire l’interno di una barca rovesciata, come in legno sono realizzate tutte le chiusure, verticali e orizzontali.

ZGF Architects, studio con sede a Portland che vanta tra i suoi clienti aziende come Expedia (per cui ha realizzato la nuova sede a Seattle) e Microsoft (per cui sta rinnovando il campus di Redmond), ha impostato un progetto di adaptive reuse che si è mosso in due direzioni, supportato da Arup per la parte ingegneristica e impiantistica. Da una parte ha attuato un attento restauro delle strutture in legno recuperando la maggior parte di materiale possibile e riutilizzandolo nel progetto, mentre dall’altra ha lavorato all’impostazione dei nuovi uffici e dei loro spazi di servizio realizzando un ‘edificio nell’edificio’ che non impatta sulle volumetrie originarie di un hangar il cui esterno viene personalizzato dalla posa di una nuova pelle scura.

Volumi, andamenti, progetto per Google Spruce Goose

I nuovi volumi sono inseriti per staccarsi volutamente dall’involucro, sul quale il progetto realizza nuove e ampie aperture che, dalle pareti verticali alla copertura, vogliono portare negli spazi di lavoro la massima quantità di luce naturale possibile. Il progetto prevede tutto il necessario di un moderno palazzo uffici: uffici open space, sale riunioni di dimensioni differenti, uno spazio per eventi da 250 posti, aree di servizio e per il ristoro e anche una palestra. La disposizione interna e l’andamento planimetrico dei vari piani nasce per permettere il maggiore ingresso possibile di luce dentro spazi chiusi e aprire viste che volgiono esaltare la spazialità del vecchio hangar. I suoi ex uffici tecnici, posizionati al centro in direzione della lunghezza, sono stati completamente rinnovati e inglobati nel nuovo, che li attraversa con ponti e passerelle e li trasforma in aree per il ristoro e l’incontro. Il progetto esalta un carattere industriale mai mutato nel tempo, mentre la funzione originaria dell’hangar e la storia dell’area sono costantemente richiamati nelle scelte grafiche sulle partizioni interne e sulle pavimentazioni in battuto di cemento, nella tematizzazione delle sale riunioni, negli arredi e nel racconto che, attraverso placche e inserti, rende omaggio a Howard Hughes, alla storia dell’edificio e dell’area e a quella dell’azienda. All’ingresso, il tributo più scenografico: un’aerea e leggera scultura percettiva’ costituita da 2.800 sfere metalliche appese al soffitto è posizionata nell’atrio centrale e ricostruisce le volumetrie di uno Spruce Goose in volo, pienamente visibili osservandola a livello degli uffici.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Google Spruce Goose: i nuovi uffici di Google a Los Angeles firmati ZGF Architetto.info