Grattacieli del futuro: cinque proposte da quei visionari di eVolo | Architetto.info

Grattacieli del futuro: cinque proposte da quei visionari di eVolo

Ritorna anche quest’anno la celebre competizione internazionale sui grattacieli, che esorta alla relazione con il mondo naturale, la comunità e l'esplorazione di sistemi sostenibili

image_pdf

eVolo è un magazine “visionario” che, dal 2006, invita architetti e designer ad immaginare come le nuove tecnologie e i mutevoli valori culturali possano influenzare la natura dei grattacieli del 21° secolo. Ogni anno queste visioni innovative, quanto radicali, sono raccolte e proposte al pubblico attraverso un concorso di carattere mondiale, noto come “Skyscrapers Competition”.

Volti noti del panorama mondiale dell’architettura si sono succeduti nelle giurie, annoverando nomi del calibro di Massimiliano Fuksas, Benedetta Tagliabue, Fernando Romero, Julien De Smedt, Tom Wiscombe ed Eric Goldemberg, fino a giungere ai membri di recente nomina tra cui spiccano Erick van Egeraat e Marcos Novak.

Ecco una selezione dei progetti vincitori delle passate edizioni che, se non del tutto verosimili per via della libera sperimentazione e della natura speculativa, sembrano almeno essere auspicabili in un futuro prossimo o anteriore grazie alle implementate possibilità della tecnica.

Leggi anche: Edifici alti e grattacieli: arriva l’e-book sugli aspetti strutturali

Clicca la gallery per vedere i progetti.

Leggi anche: Tour Triangle: il grattacielo piramide di Herzog & de Meuron si farà

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Grattacieli del futuro: cinque proposte da quei visionari di eVolo Architetto.info