Il ‘campeggio' secondo Matteo Thun & Partners | Architetto.info

Il ‘campeggio’ secondo Matteo Thun & Partners

wpid-18017_.jpg
image_pdf

Matteo Thun & Partners ha firmato il progetto di 6.400 metri quadrati del Camping Marina di Venezia, situato al di là della Laguna dell’omonima città. Un gruppo di 32 case a patio – le cosiddette Garden Villa – che offrono un’interpretazione contemporanea dei bungalow da campeggio, combinando comfort e contatto stretto con la natura.

La presenza di un numero considerevole di pini marittimi e il desiderio di salvarne il maggior numero possibile ha determinato sia la disposizione che la pianta delle villette, dando vita ad un progetto definito di architettura botanica. Due volumi contrapposti, un cortile interno con terrazzo, un prato e i pini marittimi originali compongono ogni Garden Villa: il verde e il terrazzo, attrezzato con doccia, diventano parti integranti dello spazio abitativo e garantiscono uno stretto contatto con la natura.

Due camera da letto e un bagno sono situati da un lato del giardino. Sul lato opposto, l’area living include la cucina abitabile e un angolo tv oltre che un bagno. La tettoia del terrazzo collega i due spazi abitativi, proteggendo l’ospite dal sole e dalla pioggia.Grazie alle grandi finestre dotate di doppi vetri, gli interni si fondono con l’esterno. Questa sensazione è rafforzata dalla continuità dei pavimenti interni ed esterni realizzati di pietra naturale.

Gli edifici sono costruiti con blocchi in legnocemento, un materiale eco-sostenibile che offre al contempo un buon isolamento termico e acustico. Con il sole e il vento, il rivestimento esterno in legno di larice cambierà gradualmente aspetto e darà un volto sempre più personale e caratteristico alle villette.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Il ‘campeggio’ secondo Matteo Thun & Partners Architetto.info