Il “Colegio verde” | Architetto.info

Il “Colegio verde”

wpid-9115_home.jpg
image_pdf

Il progetto, sviluppato da Huma Arquitectos, è il primo edificio realizzato in un nuovo sviluppo urbano chiamato Los Cachimanes, che collegherà il lotto di nuova edificazione con la più vicina zona residenziale di Roldan, in Spagna.

In risposta al deserto che circonda l’area, gli architetti hanno deciso di creare un edificio verde, un’oasi artificiale. La vasta area del sito ha permesso di progettare una scuola a un solo piano. La costruzione abbraccia il perimetro della trama, lasciando il centro vuoto per la zona del gioco. In questo modo l’edificio stesso funziona come unconfine’ tra la strada e il parco giochi, creando all’interno di un ‘habitat verde’ per i bambini. Il volume perimetrale è tagliato in due parti: uno contiene la maggior parte delle aule per bambini da età prescolare, i servizi igienici e la sala del personale. La sezione inferiore contiene la scuola elementare e gli spazi comuni come la caffetteria, la sala da pranzo, la sala riunioni, gli spogliatoi e i servizi igienici.

Una varietà di materiali per la pavimentazione creano una transizione tra lo spazio esterno e quello interno, tra il pubblico e il privato. La prima area più esterna è la pavimentazione del marciapiede pubblico, che è coperto con lastre di pietra rossa e separato dalla proprietà della scuola mediante un recinto di alluminio in sezioni verticali. All’interno del recinto ci sono zone di sabbia tra il perimetro e la superficie di cemento del cortile. Questa superficie, come i pavimenti e le pareti della scuola, è dipinta con una profusione di colori che guidano le persone verso i diversi settori della scuola.

Gli edifici hanno un’organizzazione lineare. Le aule sono disposte su un lato di un corridoio, che sul fronte opposto ospita le porte che conducono al parco giochi. Questo corridoio talvolta sporge dal corpo centrale a formare dei portici che possono essere utilizzati come aule all’aperto quando il tempo lo permette. I bambini possono anche giocare in queste zone appartate durante le pause o come riparo dal sole cocente.

Anche se tutte le aule si trovano una accanto all’altra, hanno le stesse dimensioni e hanno lo stesso rapporto col parco giochi, esse non sono identiche. Si distinguono in sezione al variare della forma del tetto con inclinazioni e contorni differenti (timpano, e timpano inverso). Queste variazioni della forma del tetto, e la varietà delle loro ombre contribuiscono all’esperienza di un paesaggio artificiale.

All’interno, i tetti a due falde creano uno spazio vuoto, diviso da un soffitto di cemento a nido d’ape che viene utilizzato anche per sostenere il tetto. Questo spazio vuoto isola l’interno delle aule dalle temperature generalmente alte dell’esterno – questa regione infatti è una delle più secche e calde della Spagna e in estate la temperatura può raggiungere quasi i 50 gradi. Le facciate e i tetti sono coperti con uno strato di erba artificiale che conferisce all’edificio il suo look distintivo. Questo aspetto verde della scuola inietta un po’ di dolcezza nel paesaggio aspro e deserto di Roldan.

Il progetto Cachimanes è un interessante esempio di come progettare in un contesto ambientale piuttosto ostile. Questo edificio deve proteggere se stesso dal clima, dalle strade circostanti e dall’ambiente duro. Huma Arquitectos ha trovato un modo per creare un ambiente attraente dove i bambini possono imparare e godere dei loro giorni di scuola, un’esperienza che avrà un effetto positivo sulle loro performance scolastiche future.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Il “Colegio verde” Architetto.info