Il futuro delle facciate è il Plug & Play | Architetto.info

Il futuro delle facciate è il Plug & Play

Progetto Cmr presenta un modello innovativo di facciata prefabbricata che integra in un solo modulo l’involucro, l’impianto di climatizzazione, il cablaggio e la produzione energetica

facciata_plug_play_progetto_CMR
image_pdf

Arriva la facciata “Plug & Play”, in grado di essere installata senza dover liberare l’immobile oggetto di lavori. È l’innovazione presentata a Milano nei giorni scorsi, precisamente in occasione di REbuild 2017, l’evento annuale dedicato all’innovazione nel settore della riqualificazione e della gestione immobiliare.
A sviluppare la proposta l’arch. Massimo Roj, AD della società di progettazione integrata milanese Progetto CMR, forte sostenitrice dell’edilizia off-site come compromesso tra sostenibilità ambientale, economica e tecnologica per la riqualificazione del patrimonio esistente.
A Rebuild Roj ha proposto appunto una facciata “Plug & Play”, una soluzione in grado di dimezzare i tempi di cantiere e semplificare la vita agli occupanti del palazzo, sia esso adibito a uffici oppure a uso residenziale.

Il nuovo modello di facciata è interamente prefabbricata ed integra per la prima volta in un solo modulo l’involucro, l’impianto di climatizzazione, il cablaggio e la produzione energetica. Una cellula integrata che, pre-costruita in fabbrica, offre un abaco di soluzioni differenti che permette un’estrema flessibilità di utilizzo. L’installazione viene poi effettuata sostituendo quindi a mano a mano i vari moduli della preesistente facciata.

La ricerca, nata dalle precedenti discussioni con la comunità di REbuild, è applicata a due edifici già esistenti: il Caldera Business Park di Milano e una Palazzina a uffici in via del Serafico a Roma. Essa dimostra come l’installazione della nuova facciata possa migliorare sensibilmente la performance energetica degli immobili analizzati, riducendo quindi i costi di gestione post intervento. Si stima infatti che l’installazione della facciata Plug&Play sugli edifici analizzati comporti una riduzione del 60% dei costi in bolletta per la climatizzazione, dimezzando al contempo le emissioni di CO2.
I primi risultati sono stati condivisi con i fondi proprietari degli edifici testati, i quali si sono detti profondamente interessati a questa nuova soluzione, confermando il ruolo primario che la prefabbricazione può avere nella rigenerazione sostenibile delle nostre città.

Leggi anche: Come sarà l’ospedale d’eccellenza in Uganda firmato Progetto Cmr

Copyright © - Riproduzione riservata
Il futuro delle facciate è il Plug & Play Architetto.info