Il Gse proroga i termini per iscriversi agli Albi dei gruppi di verifica impianti | Architetto.info

Il Gse proroga i termini per iscriversi agli Albi dei gruppi di verifica impianti

wpid-2806_testverificaimpianto.jpg
image_pdf

Il Gestore servizi energetici (Gse) ha prorogato fino al 16 maggio 2014, alle ore 19, il termine utile per presentare la candidatura per gli Albi dei componenti dei Gruppi di verifica Gse.

Istituiti presso la Direzione verifiche e ispezioni, gli Albi fanno riferimento a quattro categorie di impianti / interventi che possono essere oggetto di controllo:

Albo 1. Impianti termoelettrici alimentati a biogas, gas da discarica, gas residuati dai processi di depurazione e bioliquidi;

Albo 2. Interventi di efficienza energetica negli usi finali, con riferimento al settore industriale della carta, dei laterizi, della ceramica e del vetro;

Albo 3. Impianti termoelettrici di Cogenerazione ad alto rendimento (Car);

Albo 4. Impianti fotovoltaici.

I componenti degli Albi dovranno supportare il Gse nell’effettuazione delle attività di controllo documentale e controlli sugli impianti affidate allo stesso, sia in base alla normativa esistente che a quella di eventuale nuova emanazione.

Oltre ai requisiti generali, possono accedere agli Albi tutti coloro che hanno conseguito una laurea in materie tecnico-scientifiche da almeno 10 anni, oppure hanno un diploma di scuola media superiore ad indirizzo tecnico conseguito da almeno 15 anni. I candidati, inoltre, dovranno essere in possesso di documentata esperienza maturata per un periodo superiore a 5 anni, in almeno una delle seguenti attività: ricerca, consulenza, progettazione, direzione lavori, avviamento, collaudo e/o esercizio, relativamente agli impianti/interventi oggetto degli Albi.

É richiesta, inoltre, la conoscenza dei sistemi di misura delle grandezze elettriche, meccaniche e termiche, nonché la capacità ad eseguire l’elaborazione di bilanci energetici.

Il Gse ha inoltre fornito alcuni chiarimenti in merito alle categorie professionali che possono accedere agli Albi. Tra essi, viene spiegato che non costituisce motivo ostativo all’iscrizione all’Albo dei verificatori per il fotovoltaico la laurea in architettura. Inoltre rientra nei titoli riconosciuti per i requisit all’iscrizione anche il diploma di geometra quale “diploma di scuola superiore ad indirizzo tecnico”, fatto salvo il possesso degli altri requisiti previsti dall’avviso.

Da segnalare infine, tra le precisazioni del Gse, il riconoscimento come ‘motivo ostativo all’iscrizione’ agli Albi della possibilità di candidatura per una società di ingegneria (a responsabilità limitata), i cui legali rappresentanti sono due professionisti iscritti all’Ordine degli ingegneri e al Collegio dei periti industriali. Uno stop che va messo in relazione con un altro ‘no’ precedentemente espresso, nel caso cioè in cui venga candidato un libero professionista già iscritto all’Albo ingegneri con ruolo di socio e legale rappresentante di società titolare di impianti fotovoltaici in regime di ritiro dedicato o di società avente per oggetto la realizzazione di impianti energetici da fonte rinnovabile. Il riconoscimento dello stato di ‘motivo ostativo’ alla candidatura è dovuto al fatto che si vogliono evitare situazioni di conflitto d’interesse quali, ad esempio, che la verifica sia effettuata da un soggetto che svolge un’attività in concorrenza con il soggetto verificato.

Tutti i chiarimenti del Gse sono consultabili a questo link, mentre l’avviso è disponibile qui.

Copyright © - Riproduzione riservata
Il Gse proroga i termini per iscriversi agli Albi dei gruppi di verifica impianti Architetto.info