Inaugurato il VitraHaus di Herzog & de Meuron | Architetto.info

Inaugurato il VitraHaus di Herzog & de Meuron

wpid-4187_Home.jpg
image_pdf

{GALLERY}

L’edificio va ad inserirsi nel Vitra Campus un complesso che ormai è divenuto una sorta di museo di architettura applicata nato alla fine degli anni 80 in seguito ad un disastroso incendio della fabbrica della Vita. L’idea venne all’amministratore del tempo, lo svizzero Rolf Fehlbaum che, dopo il disastroso incidente, cerco un modo per rilanciare  la corporate identity della azienda  attraverso costruzioni affidate a grandi nomi quali Frank Gehry, Zaha Hadid, Álvaro Siza  e Tadao Ando.
Ora dunque al complesso si aggiunge la VitraHaus progettata da Herzog & de Meuron, dove sarà esposta la collezione di oggetti dei più grandi designer del mondo, accumulata negli anni dalla Vitra stessa. L’eclettico edificio mostrato in questo articolo, la cui inaugurazione è prevista a marzo, include anche uno shop, sale per conferenze ed un caffè aperto. Ogni edificio delle Archistar è volutamente estraniato dal contesto e crea un ambiente talmente disomogeneo da mettere in risalto le particolarità delle singole opere.
Il concetto di VitraHaus collega due temi che appaiono più volte nelle opere di Herzog & de Meuron: il tema della casa archetipica e il tema dei volumi accatastati.

Grazie alla posizione e la dimensione ampia del terreno la VitraHaus  si è potuta posizionare ad una certa distanza dal Vitra Design Museum  facendo posto ad un ampio prato con alberi da frutta  in modo da rispettare le  caratteristiche  tipica del paesaggio locale. Fra l’altro l’edificio è  proprio  all’ingresso della sede dell’azienda, per cui  è la prima cosa che si vede quando si arriva al Vitra Campus provenendo da Basilea.

Accatastati su n un totale di cinque piani con sbalzi imponenti ( fino a quindici metri)   la costruzione crea un assemblaggio tridimensionale  a prima vista  quasi caotico e con le sue  dimensioni di 57 metri di lunghezza, 54 metri di larghezza e 21,3 metri di altezza, il VitraHaus sovrasta almeno dalle principali visuali gli altri edifici del Campus.

Il colore carbone della “pelle esterna”  in stucco unifica la struttura, e la  collega al paesaggio circostante.  

Jacques Herzog e Pierre de Meuron sono nati entrambi a Basilea nel 1950 e hanno studiato architettura presso il Politecnico federale di Zurigo 1970-1975 con Aldo Rossi e Dolf Schnebli. Nel 2001, Jacques Herzog e Pierre de Meuron ha ricevuto il Pritzker Architecture Prize seguito  dal  Praemium Imperiale nel 2007. Attualmente lo studio  impiega circa 340 collaboratori che lavorano su oltre 30 progetti in tutto il mondo, con filiali ad Amburgo, Londra, Madrid e New York.

Herzog & de Meuron hanno ricevuto riconoscimenti internazionali  con progetti come Dominus Winery di Napa Valley (1998), la Tate Modern di Londra (2000); il Prada Epicenter Tokyo (2003) e, più recentemente, lo Stadio Nazionale per i Giochi Olimpici del 2008 a Pechino (2007)  I progetti in corso  includono la Filarmonica di Amburgo (completamento previsto 2011) e il nuovo sviluppo per la trasformazione del  Tate Modern (completamento previsto 2012).

Copyright © - Riproduzione riservata
Inaugurato il VitraHaus di Herzog & de Meuron Architetto.info