La ristrutturazione di un'abitazione col Feng Shui, passo dopo passo | Architetto.info

La ristrutturazione di un’abitazione col Feng Shui, passo dopo passo

L'approccio Feng Shui per la ristrutturazione di abitazioni monofamiliari: una guida passo dopo passo ricca di preziosi consigli e suggerimenti

Vista della camera matrimoniale
Vista della camera matrimoniale
image_pdf

La ristrutturazione proposta con approccio Feng Shui di un’abitazione monofamiliare consente di comprendere, passo per passo, come “sintonizzare” le energie della casa a quella del contesto e, soprattutto, può configurare le scelte di progetto, al fine di creare sinergie positive nei confronti dei futuri abitanti.
Le energie proprie degli abitanti sono considerate parte del disegno globale quali fenomeni che influenzano l’equilibrio degli spazi abitativi. Ogni individuo, infatti, possiede un Chi personale, relativamente al quale può trovarsi in uno stato di eccesso o carenza. Gli interventi Feng Shui agiscono su tale energia come farebbe una terapia basata sull’agopuntura, riportando a uno stato di equilibrio la persona.
L’esempio riportato di seguito riguarda un estratto di un progetto per un’abitazione monofamiliare costruita negli anni ‘50, necessitante opere di adeguamento normativo e di ristrutturazione. Le richieste della committenza riguardano la realizzazione di due unità comunicanti: una per un nucleo familiare di 2 persone; l’altra, più piccola, autonoma ma comunicante, per altre 2 persone, finalizzata a essere locata o a ospitare i genitori dei proprietari. Si ritiene che una simile tipologia di programma funzionale sia molto diffusa, rispetto a una condizione socio-economica media; pertanto, tale esempio applicativo può rivelarsi utile nell’esercizio della professione di progettista esperto Feng Shui.
Contestualmente a tale intervento vi è la richiesta aggiuntiva di poter sfruttare le possibilità offerte dalla legge Piano Casa, ovvero di pianificare un ampliamento non superiore al 20% della volumetria urbanistica esistente.

Analisi dell’area di progetto e procedimento Feng Shui
Il contesto
L’area di progetto si trova in un contesto di espansione periferica di una grande città, in una zona residenziale di abitazioni mono/bi-famigliari. La superficie totale del terreno è di circa 800 m2, mentre la parte costruita, di due piani, assomma a 180 m2. La facciata sud è inclinata di 27° rispetto all’asse est/ovest.

Da una prima analisi della conformazione dei volumi edificati circostanti, si può notare come il lato nord (Tartaruga Nera) sia ben protetto, mentre verso ovest lo sguardo si apre verso un vasto prato. A sud/sud-est, la strada di accesso determina un efficace flusso del Chi e una positiva apertura verso la Fenice Rossa.
Anche se le condizioni non corrispondono pienamente a quelle auspicabili, le volumetrie del contesto non sono tali da determinare effetti negativi.
L’abitazione presenta, verso ovest, due costruzioni accessorie a piano unico, adiacenti a quella principale, adibite a deposito e garage. Gli ingressi si trovano sulla strada di quartiere, che ha andamento nord-est/sud-ovest.
La prima operazione da compiere, secondo l’approccio Feng Shui al progetto, consiste nel rintracciare i baricentri delle figure geometriche. Si noti come il baricentro del lotto sia situato in una zona esterna alla casa, in corrispondenza della quale è possibile interpretare la presenza di un ristagno energetico, solitamente da evitare.

Model

Baricentro geometrico del lotto

Il pian terreno
Per brevità, analizzeremo qui solo il piano terreno dell’edificio, dato che ha una forma leggermente più complessa rispetto al primo piano. Si procede scomponendo il perimetro esterno, compresi i vani accessori, in rettangoli e tracciando le relative diagonali. Partendo da un estremo si collegano in sequenza i centri relativi, si misurano le metrature delle diverse figure, rintracciando la loro proporzione rispetto all’area totale e si procede applicando tale proporzione, in maniera inversa, alle rette di unione dei centri trovati in successione.

Model

Procedura per l’identificazione del baricentro del piano terra

Il piano terra è attualmente costituito da un corridoio centrale, con andamento nord/sud, due locali a ovest, con la scala e tre locali a est, dei quali quello più a nord è adibito a cucina. La posizione del baricentro si trova sotto la seconda rampa di scale, per salire al piano superiore. Tale situazione è da considerare negativa secondo i paramentri del Feng Shui a causa del ristagno energetico e, quindi, dovrà essere modificata mediante interventi successivi.
Il programma suggerito dalla committenza prevede la realizzazione di un ampliamento; ciò determina uno spostamento del baricentro, consentendo di riposizionarlo in un luogo più appropriato e con un Chi maggiormente dinamico. Le stesse scale esistenti saranno, per tale ragione, demolite e ricostruite altrove.

o Baricentro geometrico, Chi e Frecce Segrete
Il passo successivo consiste nell’analizzare come il flusso del Chi, dall’entrata, si disponga all’interno degli spazi. Tale valutazione è anche legata alla posizione dei baricentri e alla presenza di Frecce Segrete.

Model

Flussi del Chi (linee blu), Chi stagnante (rombi), Frecce Segrete (frecce rosse), baricentri (cerchi rossi)

Ulteriori elementi che richiedono notevole attenzione, nelle fasi successive, riguardano le zone (contrassegnate mediante un rombo) nelle quali l’energia tende a ristagnare. In tali luoghi si approntano sistemi di dinamizzazione del Chi, attraverso vegetazione da interni, colori o altri rimedi. Simili situazioni potranno essere, comunque, risolte grazie all’eventuale rivisitazione del layout della casa.

o Sovrapposizione della bussola Lo Pan
Si procede dunque alla sovrapposizione della bussola Lo Pan nella quale sono riportati i percorsi solari alla latitudine del sito. Tale procedimento è fondamentale per identificare come i diversi Movimenti energetici si distribuiscono all’interno dei perimetri dati. Facendo perno sul baricentro, si orienta la bussola così che il Nord corrisponda a quello della mappa dell’esistente.
La visualizzazione della sovrapposizione, i cursori a lato e la schematizzazione della distribuzione dei Cinque Movimenti nell’area evidenziano, prima di tutto, carenze ed eccessi dettati dalla figura in generale.
Al piano terra, risulta immediatamente evidente come Fuoco e Acqua siano i Chi maggiormente penalizzati da questo tipo di figura. Tale situazione è sbilanciata in favore di Metallo e Legno e genera Movimenti energetici di contrazione e crescita non controbilanciati da aspetti sociali e di cura della persona. Tali considerazioni potranno, in seguito, indirizzare le scelte verso meccanismi di generazione di Fuoco e Acqua, per riportare equilibrio dinamico.

Model

Sovrapposizione della bussola Lo Pan alla pianta del piano terreno

All’interno del settore Metallo, è riscontrabile l’assenza quasi totale di Metallo ovest. Quest’ultimo tipo di energia, connesso con tutto ciò che significa godimento dei piaceri della vita, è un Chi lieve che pervade ambienti piacevoli nei quali stare insieme, giocare, bere, ascoltare musica. L’assenza di questa energia non è auspicabile per una casa e, pertanto, tale situazione suggerisce di edificare l’ampliamento proprio in questo luogo al fine di recuperare il Chi mancante.

Destinazione funzionale delle attività e loro disposizione
La nuova parte di ampliamento può sorgere in un’area esterna, a sud-ovest, ricompattando l’edificato e con il vantaggio di reintegrare il settore sud-ovest/ovest precedentemente mancante. È necessario sottolineare come una figura compatta sia efficiente sia dal punto di vista Feng Shui, che da quello del risparmio energetico, dal momento che un buon rapporto S/V consente un’ottimizzazione delle risorse.

Model

Disposizione delle attività

Dalla combinazione della bussola Lo Pan e le attività si possono individuare situazioni nelle quali le attività contrastano con il Chi locale. Se, ad esempio, la posizione di un’attività Fuoco è in un settore Terra, significa che in quel punto si verificherà una carenza Fuoco. In alcuni casi potrà verificarsi l’inverso: una camera da letto può collocarsi nel pieno del settore Fuoco (energia molto attiva) e, pertanto, si troverà in una situazione di eccesso. A questo punto si sintetizzano le situazioni di carenza ed eccesso individuate in pianta con una check list utile per le successive operazioni progettuali.

Interazione con le energie degli abitanti
Nel caso di un’abitazione monofamiliare privata rispetto a cui sono noti i futuri occupanti, si può indagare sull’interazione tra le energie personali e quelle del luogo. Nel presente caso la coppia di abitanti ha energie native Acqua e Legno. Per rilevare il Chi personale si procede, a partire dalla data di nascita, all’individuazione, sulla tabella del calendario, delle energie divise anno per anno. Tale Chi rappresenta ciò che si potrebbe tradurre, in occidente, nel complesso dei tratti caratteriali innati, ovvero nella personale impronta energetica. L’interazione di quest’ultima con le energie della casa è un’ulteriore componente da tenere in considerazione.
Ad esempio, se un abitante sarà “portatore” di energia Acqua, qualora si decida di intervenire tramite Legno, si determinerà un’azione riduttiva sul Chi nativo la quale non necessariamente sarà negativa. Se, infatti, il teatro d’azione sarà il soggiorno, potrà essere auspicabile decrementare gli aspetti Acqua, provocanti l’isolamento del soggetto, consentendo, in tal modo, l’espressione delle componenti Fuoco, che ognuno racchiude in sé. Un’abitazione Feng Shui personalizzata può, quindi, agire quale “strumento terapeutico”, consentendo un’interazione costruttiva tra individuo e ambiente e persino compensando carenze ed eccessi dell’energia personale (effetto paragonabile a quello ottenuto mediante un ciclo di sedute di agopuntura).

Esiti progettuali
L’immagine qui sotto riporta la pianta progettata in seguito alle precedenti osservazioni.
La parte ristrutturata, già esistente, presenta scarse variazioni in termini spaziali e di involucro e le scelte sono concentrate su materiali e colori. La zona sud-ovest, invece, realizzata ex-novo, presenta anche soluzioni di configurazione spaziale e tipologie particolari di finestre.

Model

Pianta del piano terra del progetto

In pianta sono riportati, inoltre, i flussi del Chi, allo scopo di poter effettuare un confronto con i flussi presenti nella situazione esistente. Come si nota, sono stati ricavati due ingressi in posizione diversa rispetto a quello esistente. In particolare, l’ingresso principale non è più rivolto verso sud-ovest, ma verso sud-est.
Tale spostamento consente l’entrata di un’energia più positiva per una abitazione. L’ampliamento, di forma rettangolare, è realizzato nell’angolo sud-ovest e ha un tetto a unica falda con il colmo verso l’asse centrale Est/Ovest della costruzione. In questo modo, le forme angolate mobilitano le energie Fuoco, come auspicato nelle considerazioni precedenti.
Nella simulazione dell’interno dell’ampliamento, è possibile notare come le finestre della facciata sud del soggiorno siano rettangolari (involucro Legno), le due collocate più verso ovest con una proporzione allungata e verticale al fine di accentuare l’apporto Legno nel punto in cui è maggiore la necessità di riequilibrio.

Fig 114-8

Vista interna dell’ampliamento dall’angolo nord-est

L’apporto di tale energia è determinato da pavimento e soffitto. Quest’ultimo, inclinato, propone una forma spaziale di tipo Fuoco.
Nella vista del soggiorno, appena varcato l’ingresso è possibile cogliere il gioco spaziale prodotto dai due piani inclinati generati dalla copertura e dalle scale, entrambi appartenenti al Chi Fuoco, proposto per compensare la carenza di Terra, mediante il sistema del ciclo di Controllo. La parete di fondo, dietro alle scale, presenta una pitturazione azzurro carta da zucchero (Acqua). Tale scelta “stempera” l’energia Fuoco, evocata tramite le forme spaziali, in corrispondenza della scala che conduce alla zona notte. Acqua, infatti, controlla Fuoco. Tale intervento viene ritenuto appropriato per differenziare energeticamente l’atto di salita alle camere da letto.

Fig 114-9

Vista interna del soggiorno dall’ingresso

La cucina è ricavata nella stanza già esistente, adiacente al soggiorno in ampliamento, attraverso l’apertura di una porta di collegamento tra i due ambienti. Questo locale ricade interamente nel settore Terra della bussola Lo Pan. L’energia Terra rappresenta il focolare, la famiglia e la convivialità. Tale localizzazione risulta, quindi, ottimale per le attività legate alla cucina, anche se, nel presente caso, data l’univocità di questa presenza energetica, potrebbe generare situazioni di eccesso.
L’accentuazione, inoltre, di energia Fuoco incrementerebbe aspetti energetici legati alla socialità e alla comunicazione, nonché alla passionalità legata alle arti culinarie. Per tale ragione, la parete verso l’esterno è tinteggiata con un colore verde acido, allo scopo di portare energia Legno e, contemporaneamente, controllare Terra e nutrire Fuoco. Mediante un unico intervento si ottengono, quindi, due effetti, in una logica di co-funzionalità.

Fig 114-10

Vista della cucina

Nella vista della camera da letto matrimoniale si può notare la parete di fronte al letto interamente tinteggiata con un tono azzurro-lilla (Acqua). Grazie al diagramma della sovrapposizione della bussola Lo Pan si era rilevato come, in questa parte del piano superiore, l’energia Fuoco fosse prioritaria. Questo tipo di Chi non si adatta alle attività del dormire e del riposo, mentre risulta stimolante nei confronti della sessualità. La parete colorata introduce, quindi, energia Acqua che controlla Fuoco, andando a riequilibrare gli eccessi legati all’orientamento.

Fig 114-11

Vista della camera matrimoniale

Sulla destra, è stata realizzata una controparete bassa in metallo caratterizzata da un sistema di illuminazione d’ambiente che determina un nutrimento di Acqua (ciclo creativo).

Leggi anche: cosa significa progettare con il Feng Shui?

Leggi anche: Feng Shui e progettazione, un approccio traversale all’architettura e al paesaggio

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
La ristrutturazione di un’abitazione col Feng Shui, passo dopo passo Architetto.info