La sede della Damiani-Holz&Ko a Bressanone | Architetto.info

La sede della Damiani-Holz&Ko a Bressanone

wpid-259_.jpg
image_pdf
Progettista/i    Sandy Attia e Matteo Scagnol,
MODUS architects
Luogo    Bressanone (BZ)
Tempi di realizzazione    2010-2011
Tempi di intervento    nuova costruzione
Destinazione d’uso    uffici

Con visione lungimirante la DAMIANI-HOLZ&KO S.p.A. ha organizzato un concorso per il progetto dell’ampliamento della sua sede a Bressanone. Il vincolo del bando di una costruzione in legno si è trasformato in libertà progettuale data la malleabilità del legno e le sue potenzialità sia in termini di qualità strutturale e coibente sia in termini di comfort e di estetica. Il progetto vincitore dello studio MODUS architects Attia Scagnol ha messo in risalto le peculiarità dell’azienda DAMIANI-HOLZ&KO, dedicata allo sviluppo di soluzioni costruttive in legno su misura e alla ricerca della qualità del prodotto. L’edificio si presenta come una costruzione interamente realizzata in legno. Le facciate sono caratterizzate da un rivestimento di lamelle in legno lamellare fine (KERTO).
I prospetti, grazie a un articolato disegno, mostrano un movimento ondulatorio, sotto la luce delle diverse ore del giorno, che conferisce dinamismo all’intera facciata. Anche le scale principali e il vano corsa ascensore sono realizzati in legno. Unica eccezione al monolite compatto in legno sono il basamento e i tre elementi aggettanti rivestiti in acciaio cor-ten: la bussola d’ingresso e le due ampie finestre al terzo piano, simbolicamente rivolte verso i boschi circostanti in una dialettica con la materia prima che costituisce l’edificio.

Il basamento in cemento armato, creato per sostenere i piani superiori interamente costruiti in legno, volutamente denuncia in maniera metaforica la naturale vulnerabilità dei materiali lignei quando postia diretto contatto con il suolo. Ciò nonostante si pone in dialogo continuo con essi: il cemento è plasmato nelle casseforme e queste ultime sono lavorate per imprimere in esso le venature del legno o disegnate per creare un gioco di chiaroscuro in perfetta armonia con il sistema di lamelle soprastanti. Nella progettazione dell’edificio sono state studiate differenti soluzioni costruttive per mostrare le articolate possibilità e la flessibilità del costruire in legno: per le pareti esterne portanti si è scelto di utilizzare un sistema a telaio. Il sistema strutturale, posto nella parte centrale dell’edificio, è costituito da pannelli XLAM di spessore variabile tra i 12 e i 15,6 cm. Le pareti sono state utilizzate con funzione portante anche per costruire il vano ascensore. I pannelli, alcuni dei quali alti fino a 15 m, sono stati messi in opera con un complesso lavoro della gru e resi solidali tra loro mediante un incastro a maschiatura. La finitura è volutamente lasciata a vista.
I solai d’interpiano sono costruiti a secco consentendo il passaggio di tutte le canalizzazioni necessarie per l’impiantistica di un edificio per uffici certificato CasaClima-nature integrando il sistema di riscaldamento a pavimento, l’impianto di condizionamento/ventilazione, il sistema di illuminazione e l’impianto di rilevazione dei fumi. Al piano terra, il solaio sopra la reception commerciale e i corridoi è costituito di pannelli multistrato a strati incrociati progettati con ampie fresature per integrare le reti tecnologiche. Per gli uffici commerciali si è scelto un solaio strutturale a tavole inchiodate (brettstapel) di circa 4 cm accostate tra loro che ha ottime caratteristiche fonoassorbenti. Al piano primo, per il solaio sopra l’ingresso principale e i vari uffici presenti, si è scelto un sistema con lamelle in legno verticali di altezza variabile minima di 17 cm e massima di 33 cm, collaboranti alla ripartizione dei carichi; il disegno delle stesse lamelle è caratterizzato da un movimento ondulatorio continuo.
Al piano secondo è stato reinterpretato il sistema di solaio a cassettoni utilizzando travi a lamelle incrociate e scomponendo il disegno in una serie di quadrati e rettangoli, che integrano al loro interno le soluzioni illuminotecniche. All’ultimo piano, dove si trova l’open space aperto al pubblico con la sala conferenze, al termine delle scale si viene accolti da un soffitto più ludico, con cassettoni disegnati a nido d’ape, per poi introdursi in un ambiente più tradizionale con grandi travi di colmo e travetti posizionati secondo un ritmo armonico con il disegno lievemente inclinato del tetto.
L’edificio ha raggiunto una doppia certificazione CasaClima: CasaClima oro nature, in quanto risponde a rigorosi e severi criteri di sostenibilità ambientale, quali il contenimento dell’uso energetico nella produzione dei materiali e la riduzione dei gas serra anche nelle fasi di costruzione; e CasaClimaWork&Life.{GALLERY}

Dati Tecnici

Sistema costruttivo    misto, telaio, pareti centrali e vano ascensore in XLAM, solai a secco in legno con differenti tipologie costruttive
Sistema di facciata    facciata ventilata
Materiale involucro    legno lamellare fine (Kerto)
Trattamenti legno    esterni e interni
Legno a vista    OthamarWaldboth, Damiani- Holz&KO
Imprese legno    Damiani-Holz&KO (struttura e rivestimenti esterni); Barth (rivestimenti interni e arredi)
Costo    2.872.402 Euro, compreso l’arredo

Copyright © - Riproduzione riservata
La sede della Damiani-Holz&Ko a Bressanone Architetto.info