LeapHome lancia Frame: un modello di casa in legno ad alte prestazioni | Architetto.info

LeapHome lancia Frame: un modello di casa in legno ad alte prestazioni

Il primo esemplare di LeapHome Frame, installato a Lissone presso l’azienda Cleaf, consiste in un’abitazione prefabbricata in legno dal design intelligente ed efficiente, progettata nel pieno rispetto della natura

LeapHome Frame montata all’interno del cortile centrale dell’Headquarter Cleaf a Lissone © LEAPfactory
LeapHome Frame montata all’interno del cortile centrale dell’Headquarter Cleaf a Lissone © LEAPfactory
image_pdf

Dall’esperienza maturata in clima alpino attraverso costruzioni in ambienti estremi, due architetti italiani Stefano Testa e Luca Gentilcore, fondatori della start up torinese LeapFactory, hanno lanciato un nuovo programma abitativo denominato LeapHome dedicato alla progettazione di case ad alte prestazioni nel pieno rispetto della natura, con l’intento di applicare il proprio know how di “architetti d’alta quota” anche all’ambiente ordinario. Il primo esemplare di LeapHome si chiama “Frame” ed è stato installato a Lissone presso l’Headquarter Cleaf, azienda che produce superfici per l’arredo. Questo modello di casa consiste in una struttura prefabbricata in legno dal design intelligente ed efficiente, le cui componenti (frutto di un sistema integrato di ingegnerizzazione e produzione) sono assemblate a secco senza bisogno di ulteriori lavorazioni. Un processo industriale molto controllato che rivoluziona quindi il cantiere come tradizionalmente inteso e promuove una costruzione rapida e leggera ad impatto zero, nonché flessibile (si tratta infatti di un’abitazione modulare personalizzabile) ed efficiente dal punto di vista ambientale ed energetico.

Dello stesso studio: Cantieri in alta quota: LeapFactory per la Scuola sci di Courmayeur

“Lavorare in alta quota ci ha obbligato a immaginare un nuovo modo di costruire, dove rapidità, leggerezza e performance dei materiali sono condizioni essenziali per raggiungere l’obiettivo” – afferma Luca Gentilcore – “questa esperienza ci ha permesso di realizzare componenti e soluzioni tecniche con prestazioni superiori a quelle dell’edilizia consueta, sia tradizionale che prefabbricata”.

Mostrando una piena condivisione di questa filosofia progettuale, l’azienda Cleaf, partner di LeapHome per la produzione di nobilitati, laminati e bordi per l’interior design, ha scelto di ospitare la prima realizzazione della casa Frame (visitabile fino a fine luglio 2017) all’interno del cortile della propria sede centrale a Lissone. Pensato anche come ulteriore showroom dei prodotti Cleaf, questo spazio abitativo offre all’interno una selezione di pannelli nobilitati adatti per superfici e arredi.

La linea “Nadir”, contraddistinta da una texture geometrica a campiture quadrate, riveste ad esempio le pareti, il soffitto e la cucina; la collezione “Piombo”, presentata in anteprima assoluta, è invece utilizzata per gli arredi, i contenitori e le ante e si distingue per la superficie opaca morbida al tatto poco riflettente alla luce.

I fronti trasversali, aperti verso l’esterno con ampie vetrate, ripropongono il principio dello “sguardo orientato” tipico delle architetture di LeapFactory in alta quota © LEAPfactory

I fronti trasversali, aperti verso l’esterno con ampie vetrate, ripropongono il principio dello “sguardo orientato” tipico delle architetture di LeapFactory in alta quota © LEAPfactory

Sviluppato su due piani e ampio 130 mq, il prototipo di Frame per Cleaf connota una vera idea di domesticità con un tetto asimmetrico a capanna definito da una struttura portante a telaio in legno microlamellare (luce 6,5 m – interasse 1,2 m). Visibile all’interno della casa, il telaio ritma inoltre lo spazio e integra un sistema di arredi fissi su misura; in questo modo i progettisti eliminano ogni distinzione tra struttura, involucro, impianti e design per consegnare al cliente un’abitazione “chiavi in mano” in cui ogni dettaglio vive del rapporto con l’insieme. Il layout funzionale è ovviamente personalizzabile e le principali finiture esterne e interne, così come le dotazioni tecnologiche della casa, si possono scegliere tra una gamma di materiali ecocompatibili e prodotti certificati; l’isolamento termico e acustico dell’involucro edilizio è ottenuto con materiali compositi e isolanti di ultima generazione.

Il legno è il materiale predominante degli interni, scanditi da un sistema di arredi fissi su misura che si integra perfettamente con il telaio strutturale lasciato a vista © LEAPfactory

Il legno è il materiale predominante degli interni, scanditi da un sistema di arredi fissi su misura che si integra perfettamente con il telaio strutturale lasciato a vista © LEAPfactory

Privilegiando un’apertura totale dei due fronti trasversali con ampie vetrate, l’abitazione presenta una configurazione a cannocchiale che ripropone il principio dello “sguardo orientato” tipico delle architetture di LeapFactory in alta quota. Alle due estremità, affacciate verso un ipotetico paesaggio naturale, sono infatti dislocati il soggiorno a doppia altezza con ballatoio per la zona studio, l’area pranzo con cucina e un’ampia loggia al piano superiore. I fronti longitudinali, più compatti, presentano invece una pelle di rivestimento con scandole in alluminio color antracite e offrono finestre puntuali. Gli impianti tecnologici prevedono un’unità di climatizzazione compatta, ad aria, con pompa di calore elettrica e ricambio dell’aria meccanizzato con recupero di calore ad alta efficienza. L’impianto elettrico è di tipo pre-cablato, con comandi a segnale intelligente e funzioni domotiche. Diversi sono inoltre i sistemi integrativi ingegnerizzati in termini di climatizzazione, produzione di energia solare, automazione e controllo anche remoto delle funzioni installate e dei consumi.

Leggi anche: Case prefabbricate in legno: l’evoluzione con le soluzioni Spazio Positivo

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
LeapHome lancia Frame: un modello di casa in legno ad alte prestazioni Architetto.info