Matera Centrale: una gallery del progetto firmato da Stefano Boeri | Architetto.info

Matera Centrale: una gallery del progetto firmato da Stefano Boeri

In vista del ruolo che la città di Matera andrà a rappresentare come Capitale Europea della Cultura 2019, sono partiti i lavori di riqualificazione e ristrutturazione della stazione di Matera Centrale su progetto di Stefano Boeri. Ecco una gallery di immagini

Come sarà la stazione dopo il restyling © Stefano Boeri Architetti
Come sarà la stazione dopo il restyling © Stefano Boeri Architetti
image_pdf

Designata Capitale Europea della Cultura 2019, la città di Matera ha affidato all’architetto milanese Stefano Boeri il progetto di riqualificazione e rinnovamento della stazione di Matera Centrale. Commissionato dalle Ferrovie Appulo Lucane FAL (Matera è uno dei pochi capoluoghi italiani in cui le Ferrovie dello Stato non prestano servizio) e finanziato dalla Regione Basilicata, il progetto rappresenta un importante intervento architettonico, urbano ed infrastrutturale, soprattutto in vista del flusso di turisti che si prevede di attirare. I lavori di cantiere sono infatti prossimi a partire sulla base di un cronoprogramma che intende realizzare l’opera in due fasi nell’arco di quasi un anno, da giungo 2018 fino a maggio 2019 quando sarà completata. L’idea di Stefano Boeri è quella di trasformare l’area in uno spazio pubblico identitario e restituire maggiore visibilità al fabbricato attraverso un’opera di ristrutturazione edilizia, rinnovamento estetico-funzionale e adeguamento tecnologico della piccola stazione, sulle cui linee a scartamento ridotto viaggiano solo i treni che collegano Matera a Bari.

MateraCentrale_1

Foto 1. L’edificio con rivestimento in lastre di tufo riflette la tradizione del luogo mentre la grande pensilina restituisce riconoscibilità e carattere alla stazione © Stefano Boeri Architetti

Tre sono i macro-interventi che cambieranno il volto della stazione: riqualificazione del tunnel sotterraneo con l’intento di aprire le banchine di accesso ai treni verso il cielo, realizzazione di un nuovo edificio a servizio della stazione, creazione di una grande copertura che protegge il flusso dei viaggiatori e si impone come landmark urbano. La nuova stazione di Matera Centrale rappresenterà infatti un elemento importante per la città non solo per il collegamento ferroviario ma anche per il ruolo di icona cittadina integrata nella piazza pedonale che va a configurare all’esterno, direttamente collegata ai principali assi di accesso alla città storica situata a pochi passi (non mancherà, in fasi successive, una progettazione intensiva del verde nell’ambito dell’intera Piazza della Visitazione).

Il tunnel ferroviario ipogeo, completamente rinnovato, sarà aperto verso il cielo grazie ad una grande apertura nel solaio di copertura della galleria interrata © Stefano Boeri Architetti

Il tunnel ferroviario ipogeo, completamente rinnovato, sarà aperto verso il cielo grazie ad una grande apertura nel solaio di copertura della galleria interrata © Stefano Boeri Architetti

Rivolgendo particolare attenzione alle caratteristiche architettoniche e materiche del luogo, il nuovo edificio definisce una dimensione contemporanea legata alla tradizione della città; sarà l’elemento di principale visibilità e assolverà tutte le funzioni di accoglienza, biglietteria, distribuzione verticale e servizi. Il rivestimento esterno delle facciate e degli ambienti interni sarà in pietra locale, con lastre in tufo che rimandano all’emblematico insediamento urbano dei Sassi di Matera. Disposti a creare una composizione scandita da fasci luminosi che nelle ore notturne si prestano ad effetti di luce cangiante, le superfici in tufo rappresentano il primo contatto materico con i visitatori e generano un senso di appartenenza al luogo.

Qui di seguito una galleria d’immagini del progetto:

La riqualificazione del tunnel ferroviario prevede invece la realizzazione di una grande apertura rettangolare (ampia circa 440 mq), ricavata nel solaio di copertura della galleria interrata, al fine di portare aria e luce naturale ai binari sotterranei in corrispondenza delle banchine di accesso ai treni completamente rinnovate. Due passerelle sospese attraversano l’apertura, si affacciano sui binari e mettono in relazione la piazza esterna con la stazione e la ferrovia. Il terzo elemento che completa il quadro progettuale di Stefano Boeri, restituendo riconoscibilità e carattere al luogo, è l’iconica pensilina metallica che regalerà a cittadini e viaggiatori uno spazio coperto, fruibile come luogo di transito, attesa o incontro. Ampia circa 1.500 mq, la copertura ospiterà un impianto fotovoltaico per contenere i consumi energetici e si imporrà nel tessuto urbano come un elemento distintivo del paesaggio generando uno spazio aperto identitario.
“La filosofia che ha ispirato il progetto – afferma l’architetto milanese – è stata quella di immaginare che la stazione diventi uno spazio pubblico; una piazza che, sollevando il suolo e facendo entrare la luce anche sulla fascia a livello dei binari, cambi il modo di arrivare a Matera. Matera è una città ipogea e Piazza della Visitazione avrà caratteristiche simili”.

Scheda del progetto
Progetto architettonico: Stefano Boeri Architetti
Localizzazione: Piazza della Visitazione, Matera
Cronoprogramma: Fase 1: giugno-dicembre 2018; Fase 2: gennaio-maggio 2019
Dimensioni: edificio fuori terra 472 mq; superficie interrata 1.956 mq; pensilina 1.510 mq; aree esterne 2.180 mq
Committente: Ferrovie Appulo Lucane (FAL)
Ente Finanziatore: Regione Basilicata, Por Fersr 2014/2020
Progetto strutturale: SCE Project
Progetto impiantistico: ESA Engineering
Progettazione del paesaggio: Studio Laura Gatti
Antincendio: Studio Lapacciana
Indagini geologiche e topografiche: Apogeo

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Matera Centrale: una gallery del progetto firmato da Stefano Boeri Architetto.info