MIC: Milano Convention Centre | Architetto.info

MIC: Milano Convention Centre

wpid-5031_home.jpg
image_pdf

Una sala plenaria da 6.000 posti, 61 sale modulabili da 50 a 2.000 posti, un auditorium da 1.500 posti e 5 saloni espositivi, per una capacità complessiva di 16.000 posti congressuali che saranno dotati dei più moderni impianti tecnologici. Il tutto per un investimento di circa 40 milioni di euro, totalmente a carico di Fondazione Fiera Milano.Sono alcuni dei numeri che caratterizzano il progetto di ampliamento del Centro Congressi di fieramilanocity, che prevede l’integrazione dei padiglioni 5 e 6 del Portello, opportunamente riqualificati, con il MIC – Milano Convention Centre di via Gattamelata, già oggi il più importante polo congressuale italiano."Con questo progetto – spiega Luigi Roth – Fondazione Fiera Milano e l’intero sistema Fiera intendono offrire un ulteriore contributo all’attrattività del territorio e allo sviluppo del suo tessuto economico e sociale. La struttura di cui vogliamo dotare Milano e la Lombardia costituirà per dimensioni, tecnologie, collocazione e servizi il più grande e moderno centro congressuale europeo. Un valore che incrementerà la nostra competitività internazionale, anche grazie alle sinergie con la Fiera e le tante eccellenze del territorio, e in funzione delle opportunità dell’Expo 2015."

A gestire il Centro sarà Fiera Milano Congressi, che gestisce l’attività congressuale del Gruppo sia nel polo fieristico di Rho sia al MIC. Progettato nel 2002 ed ampliato nel 2005, il MIC vanta una capienza di 5.500 posti distribuiti in 36 sale, con una superficie espositiva di 11.500 mq. e la tecnologia necessaria a rispondere alle attuali esigenze del settore.

Leader italiano nel settore convegnistico-congressuale, Fiera Milano Congressi ospita oltre 80 eventi all’anno, tra i quali alcuni di rilevanza mondiale come la "Conferenza mondiale sul clima", il "Congresso mondiale di medicina del lavoro" e "Power Gen", contribuendo così in modo significativo a consolidare il posizionamento di Milano nell’ambito del "turismo congressuale", con i conseguenti benefici per la città e l’economia.

Con la creazione del nuovo Centro Congressi potranno essere ospitati oltre 140 eventi all’anno e l’incremento riguarderà principalmente i grandi congressi internazionali. Si completerà anche la trasformazione in corso nel quadrante urbano; il nuovo quartiere CityLife sarà infatti collegato con quest’area riqualificata del Portello.

La vicinanza con le aree dell’Expo assegnerà al nuovo Centro il ruolo di nuova porta di Milano per chi proviene dallo storico accesso del "Sempione".

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
MIC: Milano Convention Centre Architetto.info