Mies van der Rohe Award 2017: i 17 progetti italiani in lizza | Architetto.info

Mies van der Rohe Award 2017: i 17 progetti italiani in lizza

Dall'asilo di Guastalla di Mario Cucinella al Fondaco dei Tedeschi di OMA: la lista completa dei progetti italiani in lizza nella shortlist del Mies van der Rohe Award 2017

Eco Bar di Giuseppe Guerrieri a Ragusa, tra i 17 candidati al premio. © Filippo Poli
Eco Bar di Giuseppe Guerrieri a Ragusa, tra i 17 candidati al premio. © Filippo Poli
image_pdf

Entro pochi giorni saranno resi noti i nomi dei progetti finalisti del Mies van der Rohe Award 2017, il Premio biennale di Architettura Contemporanea dell’Unione europea, forse il più ambito riconoscimento in ambito architettonico a livello comunitario. Un premio che, nell’edizione precedente, ha visto il mondo dell’architettura italiana gran protagonista, con la vittoria assoluta della Filarmonica di Stettino realizzata dallo studio italo spagnolo di Fabrizio Barozzi e Alberto Veiga (Barozzi Veiga).

Intanto, nella lista dei 356 progetti pre selezionati per il 2017, che diventeranno prima 40 e poi 5, ci sono già 17 progetti italiani, molti dei quali già ampiamente approfonditi su Architetto.info. Di questi, una buona parte è rappresentata da progetti di progettisti italiani, fatte salve alcune eccezioni come l’onnipresente Oma, con due candidature differenti.

Eccoli:
– Asilo di Guastalla – Mario Cucinella Architects (focus sulle strutture; focus su facciate, coperture, impianti; focus su climatizzazione; intervista a Mario Cucinella)
– City of Sun a Roma – Labics
– Opificio Golinelli a BolognaDiverserighestudio (descrizione del progetto; intervista a diverserighestudio)
– Cantina Pizzolato a Treviso – MADE associati – architettura e paesaggio (descrizione del progetto; focus sull’uso del BIM)
– ECO BAR reuse of the former ticket a Ragusa – Giuseppe Gurrieri Architetto
– Green Arena a Cavallino Treporti – Stradivarie Architetti Associati (descrizione del progetto)
– Padiglione Polonia a Expo 2015 Milano – 2pm
– Casa Gianin a Zoldo Alto – Clinicaurbana
– Casa della memoria a Milano – Baukuh
– Fondaco dei Tedeschi a Venezia – Oma (descrizione del progetto)
– Wigglyhouse a Como – ifdesign
– Villa nelle alpi a Brescia – Camillo Botticini
– Nuovo edificio della Reale a Torino – Iotti + Pavarani Architetti (descrizione del progetto; focus sul giardino verticale)
– Edificio Vgramsci a Giulianova – Giovanni Vaccarini architects
– Protiro a Caltagirone – NOWA (NavarraOfficeWalkingArchitecture)
– Fondazione Prada a Milano – Oma (descrizione del progetto)
– Edificio BNL-BNP Paribas a Roma – 5+1AA Alfonso Femia Gianluca Peluffo srl

C’è da dire che alcuni progettisti italiani sono candidati con progetti realizzati all’estero, come ad esempio 5+1AA con il già pluripremiato intervento sui Docks di Marsiglia, o il Renzo Piano Building Workshop con il progetto della Fondazione Stavros Niarchos ad Atene. La lista completa, in ogni caso, è un catalogo fenomenale dell’architettura realizzata negli ultimi due anni in Europa. La potete scaricare alla fine dell’articolo.
Tra i fatti di cui tenere conto, la presenza per la prima volta di Paesi come Georgia, Moldova e Ucraina.

Copyright © - Riproduzione riservata
Mies van der Rohe Award 2017: i 17 progetti italiani in lizza Architetto.info