Milleproroghe 2015 e' legge: le novita' in materia fiscale | Architetto.info

Milleproroghe 2015 e’ legge: le novita’ in materia fiscale

Tra le novita' in materia fiscale introdotte dal Milleproroghe 2015, il ritorno al 'vecchio' regime dei minimi per tutto l'anno in corso

wpid-3000_partitaiva.jpg
image_pdf

Il 26 febbraio scorso vi è stato il via libera definitivo del Senato, con 156 voti favorevoli, 78 contrari ed un’astensione, al D.D.L. n. 1779 di conversione del D.L. n. 192 del 31 dicembre 2014, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative, il cosiddetto Decreto “Milleproroghe

Tra le novità di carattere fiscale si evidenziano le seguenti:

– proroga per tutto il 2015 (quindi, fino al 31 dicembre 2015) del “vecchio” regime dei minimi (disciplinato dal D.L. n. 98/2011), che rimarrà in vigore insieme al nuovo regime forfetario introdotto dal 1° gennaio 2015 dalla Legge n. 190/2014 (c.d. Legge di Stabilità 2015);

– nuovo piano da 72 rate mensili per la rateizzazione dei debiti con Equitalia per i contribuenti decaduti dal beneficio della dilazione. La possibilità di accesso è riconosciuta all’interessato su richiesta, da formalizzare entro il 31 luglio 2015, e per i casi in cui la decadenza sia intervenuta entro il 31 dicembre 2014;

– posticipata di un anno l’eliminazione dell’obbligo di presentazione della dichiarazione IVA in via unificata e della comunicazione dati IVA. Le modifiche slitteranno al 2017 (con riferimento all’anno d’imposta 2016);

– slittamento al 2016 l’introduzione dell’imposta comunale sostituirà la tassa o il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (Tosap/Cosap), l’imposta comunale sulla pubblicità e i diritti sulle pubbliche affissioni;

– escluso per i professionisti senza Cassa iscritti alla gestione separata Inps, l’innalzamento, per il 2015, della quota contributiva previdenziale dal 27% al 30%.

LEGGI ANCHE: Milleproroghe2015: tutte le novità

L’autore


Stefano Setti

Dottore commercialista in Milano, Stefano Setti ha svolto attività di consulenza fiscale in materia di imposte indirette per studi di primaria importanza, sia nazionali che internazionali. Attualmente svolge funzioni di assistenza e rappresentanza in materia tributaria per svariate società, nonché per professionisti che operano nel settore edile. Ha curato, tra l’altro, il volume “Appalti pubblici. Edilizia. Professionisti. Imprese” e le voci relative alla fiscalità nel “Codice Tecnico Edilizia e Urbanistica”, entrambi per Utet Scienze Tecniche, ed è autore, insieme ad Alessandro Tomasi, del volume “Edilizia e immobili”, edito da Ipsoa Indicitalia. Nel 2012, per quest’ultimo editore, ha curato una serie di e-book, tra i quali: “Imu: come calcolare e versare il saldo 2012″,”Ristrutturazioni, manutenzione e risparmio energetico. Come e quando applicare le nuove agevolazioni”, “Le detrazioni fiscali per la casa 2012” e “Il Regime dei minimi 2012”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Milleproroghe 2015 e’ legge: le novita’ in materia fiscale Architetto.info