Nuova sede Bocconi, miglior edificio dell'anno al World Architecture Festival | Architetto.info

Nuova sede Bocconi, miglior edificio dell’anno al World Architecture Festival

wpid-bocconi_new.jpg
image_pdf

Il nuovo edificio della Bocconi, posto all’angolo tra viale Bligny e via Roentgen progettato da Yvonne Farrell e Shelley McNamara dello studio irlandese Grafton Architects, si è aggiudicato il premio “World Building of the Year Award” quale miglior edificio dell’anno nella categoria formazione al World Architecture Festival, recentemente tenuto a Barcellona. La proclamazione è avvenuta durante la la Awards ceremony del Festival tra le opere selezionate nell’ambito di un concorso d’architettura ed ivi esposte. La giuria del World Architecture Festival per la formazione era costituita da Stefan Behnisch, Behnisch & Partner, Germania; Raj Rewal, Raj Rewal Associates, India; Catherine Slessor, The Architectural Review, Gran Bretagna.

{GALLERY}

Avviati i lavori all’inizio del 2002, dopo l’aggiudicazione del concorso indetto dall’ateneo milanese, la costruzione della struttura è stata conclusa nel 2008, costando complessivamente 100 milioni di euro.

L’edificio non ospiterà studenti, ma mille postazioni di lavoro per docenti e personale dell’università. Oltre a 50 sale riunioni, un centro congressi con aula magna da mille posti, cinque sale congressi, uno spettacolare foyer su due livelli, che ospita esposizioni di arte contemporanea e 200 posti auto interrati. Il tutto dispiegato su una superficie di 38mila metri quadrati. Un cuore di vetro per l’edificio dall’esterno in pietra e cemento. Architettonicamente imponente, priva di colonne, con una suggestiva vetrata che dà sull’atrio dell’aula magna tra pubblico e privato.

“Il nuovo edificio per la faculty dell’Università Luigi Bocconi di Milano”, recita la motivazione della giuria, “è un’aggiunta sobria, ma distintiva, all’ermetico paesaggio cittadino di Milano. Scavato nel centro cittadino, crea un magico regno sotterraneo di sale congressi, cortili e foyer, tutti accessibili al pubblico, con gli uffici per i docenti letteralmente sospesi nello spazio. “Il progetto enfatizza – aggiunge la motivazione – le caratteristiche pubbliche e sociali della vita accademica e la sua capacità di coltivare relazioni con la città e il mondo circostante”.

La tre giorni di celebrazioni (da giovedì 30 ottobre a sabato 1 novembre) coinvolgerà, tra gli altri, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, l’arcivescovo di Milano, cardinale Dionigi Tettamanzi, il sindaco di Milano, Letizia Moratti, oltre alle progettiste dell’edificio, Yvonne Farrell e Shelley McNamara, titolari dello studio Grafton Architects di Dublino. Il pubblico potrà finalmente accedere all’edificio nel corso delle visite guidate gratuite previste per sabato 1 novembre.

• Si parte giovedì 30 ottobre, alle ore 17 nell’Aula Magna di via Roentgen 1, con il convegno “Gli spazi del talento”, sul rapporto tra trasmissione della cultura ed architettura. Interverranno Gabriella Belli, direttore del Mart di Rovereto, l’architetto Mario Cucinella, Derrick De Kerckhove, sociologo dell’Università di Toronto, Stefano Casciani, vicedirettore di Domus, e Severino Salvemini, ordinario della Bocconi. A seguire, visita in anteprima dell’edificio con le progettiste Farrell e McNamara. Per informazioni e iscrizioni, tel. 02.4801.2060, www.unibocconi.it/spazideltalento .

• La giornata di venerdì 31 ottobre si aprirà, alle ore 9,30, con la Messa per la comunità bocconiana, officiata dall’arcivescovo, cardinale Dionigi Tettamanzi, nella chiesa di San Ferdinando, in via Gobbi.

• Sempre venerdì 31 ottobre, alle ore 11 si svolgerà la cerimonia di inaugurazione della nuova sede, alla presenza del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Per il pubblico si tratta di un incontro a inviti.

• Sabato 1 novembre, infine, visite guidate non-stop dalle 9,30 alle 18, a cura dell’Aim, Associazione interessi metropolitani. Il punto d’incontro è l’atrio della sede storica dell’Università Bocconi, in via Sarfatti 25. Per informazioni e iscrizioni, tel. 02.4801.3121.

• Nel pomeriggio di sabato 1 novembre, alle ore 17 nella vecchia Aula Magna di via Sarfatti 25, Massimiliano Finazzer Flory presenterà "Lo specchio di Borges", un’antologia di testi di Jorge Luis Borges con musiche di Astor Piazzolla. Per informazioni e iscrizioni, www.unibocconi.it/appuntamenti.

Copyright © - Riproduzione riservata
Nuova sede Bocconi, miglior edificio dell’anno al World Architecture Festival Architetto.info