Office design: Adobe rinnova la sede centrale di San Jose | Architetto.info

Office design: Adobe rinnova la sede centrale di San Jose

I nuovi spazi di lavoro della sede centrale di Adobe in California li firma Gensler, la società di progettazione in testa alla World Architecture 100

© Emily Hagopian Photography
© Emily Hagopian Photography
image_pdf

La multinazionale della progettazione nordamericana Gensler ha firmato il rinnovamento degli uffici Adobe a San Jose, in California, dove la software house che ha sviluppato e commercializza programmi di grafica, fotoritocco, impaginazione e video editing di larghissimo utilizzo (tra cui Photoshop, InDesign e Illustrator) ha fissato da vent’anni la sua sede centrale, nelle torri del campus verticale al 345 di Park Avenue.

L’incarico s’inserisce in una strategia aziendale di espansione e sviluppo che sta già interessando i siti californiani (San Jose e San Francisco soprattutto) e dello Utah e accompagna una crescita commerciale che negli ultimi due anni ha portato un incremento di oltre il 30% del numero dei dipendenti e a San Jose ha già programmato la costruzione di una nuova torre per uffici con 3.000 postazioni di lavoro.

In un momento storico in cui modalità di lavoro in continuo cambiamento richiedono alla progettazione risposte sempre nuove a esigenze sempre nuove, gli uffici diventano spazi fluidi sempre più informali e domestici, colorati, luminosi, flessibili e dotati di spazi accessori in cui rilassarsi e fare pausa, fare attività fisica ma anche lavorare. L’obiettivo è duplice: rendere meno stressante, ma anche continuo, lo svolgimento del proprio lavoro e favorire in questo modo l’aumento della produttività (soprattutto in ambienti creativi) in ambienti che, possibile rovescio della medaglia, hanno ormai dissolto i confini spaziali (e temporali) tra il lavoro e il necessario tempo libero.

I rinnovati uffici Adobe progettati da Gesler organizzano circa 13.300 mq in cui distribuiscono 2.500 postazioni e spazi di lavoro, aree di incontro e sale riunioni, inseriti in ambienti aperti e continui nati per stimolare l’interazione, la creatività e il flusso delle idee, oltre che per contribuire anche attraverso la progettazione ad attrarre nuovi talenti. Gli spazi accessori, tutti connessi e attrezzati sia all’interno che all’esterno dell’edificio, possono essere utilizzati per interrompere il lavoro ma anche per continuarlo e mettono a disposizione dei dipendenti bar e ristoranti caratterizzati, accoglienti, trendy ed estremamente curati nel design. A questi si aggiungono un centro benessere con palestra, area meditazione e massaggi e un fitto programma di corsi, un asilo nido, un punto per la riparazione delle bicilette e uno per le automobili e un servizio di lavasecco, che sta diventando presenza diffusa i molti coworking e luoghi di lavoro.

Il progetto ha voluto rielaborare e fare rivivere il passato aziendale e costruire un legame con un territorio storicamente agricolo attraverso l’arte e una customizzata progettazione degli interni e degli esterni: gli arredi e gli accessori sono tutti di realizzazione locale, mentre le produzioni ortofrutticole di quest’area della California sono il punto forte dei menu dei ristoranti interni e richiamati nelle aree esterne ispirate ai suoi frutteti.

Fondata nel 1965, Gensler è una delle società di progettazione multinazionali più grandi e importanti al mondo. Da anni occupa costantemente la vetta dell’ormai affermatissima World Architecture 100, la classifica annuale che la rivista britannica “Building Design” stila mettendo in ordine tutti i più grandi studi e società mondiali attivi nell’ambito delle costruzioni, valutando parametri quali il numero di addetti e il fatturato: a fine 2017 il gruppo nordamericano si è nuovamente confermato il numero 1 registrando oltre 2.560 architetti in un numero di oltre 5.000 dipendenti.

Firma globale con all’attivo progetti di ogni tipologia realizzati e in corso di realizzazione in tutto il mondo, Gensler conta oggi 44 sedi sparse per tutto il globo e sta anche lavorando per una nuova sede europea, di prossima apertura in Germania. La sua espansione al di fuori degli Stati Uniti, dove è presente sul territorio con la maggioranze dei suoi uffici, ha sempre seguito lo sviluppo e la crescita economica che le hanno portato importanti commesse, in Cina (dove è presente a Pechino, Shanghai e Hong Kong), Medio ed Estremo Oriente (Dubai e Abi Dhabi e Bangkok, Singapore e Tokyo) e Australia (Sydney). Nel vecchio continente è storicamente presente a Londra e, in tempi più recenti, Birmingham, due sedi in un Regno Unito oggi minacciato dall’ombra di Brexit, per difendersi dalla quale in molti stanno da tempo mettendo in piedi differenziate strategie di eventuale salvataggio.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Office design: Adobe rinnova la sede centrale di San Jose Architetto.info