Pinnacle di Daniel Libeskind, ecco le foto | Architetto.info

Pinnacle di Daniel Libeskind, ecco le foto

wpid-18776_enricogeminianiMG.jpg
image_pdf

Mentre il quartiere fieristico ospitava l’edizione 2013 del Cersaie, nei giorni scorsi il capoluogo emiliano è stata il teatro del Bologna Water Design, il ‘fuori-fiera’ che ha coinvolto architetti e progettisti internazionali impegnati a ‘trasformare’ la città nel segno della sperimentazione sul legame tra acqua e ceramica.

Punta di diamante della manifestazione, collocata nel suggestivo scenario del Cortile del Priore dell’ex Maternità, è stata l’opera ‘Pinnacle‘, realizzata da Daniel Libeskind per Casalgrande Padana. La radicale verticalità della Bologna medievale, visibile nelle sue celebri torri ed edifici storici, è trasposta in una struttura che emula un pinnacolo, simbolicamente proiettato verso il cielo, contrapposto alla dinamica orizzontale dei prospetti neoclassici dell’ex complesso ospedaliero, per i quali diventa un contemporaneo portale d’ingresso.

A livello progettuale Pinnacle è composto da due doppie facciate ceramiche, inclinate e convergenti, rivestite in pannelli di grès porcellanato metallizzato. Le lastre che costituiscono l’involucro si caratterizzano per una particolare soluzione tecnica adottata per lo strato di finitura che, attraverso un originale disegno geometrico a bassorilievo, produce un effetto dinamico tridimensionale. Enfatizzata da una velatura metallescente, la materia ceramica sottoposta alla luce si scompone e ricompone in molteplici riflessi luminosi che movimentano la facciata.

Grazie a questa innovativa tecnologia, le lastre in presenza di luce solare attivano una reazione in grado di abbattere gli inquinanti presenti nell’aria, decomporre lo sporco che si deposita sulla loro superficie e rimuoverlo grazie all’azione naturale dell’acqua piovana.

Pinnacle non è il primo risultato della collaborazione tra l’azienda emiliana e il grande architetto: per CityLife a Milano, il progetto di nuovo quartiere residenziale a Porta Nuova, Casalgrande Padana ha fornito 50.000 mq di rivestimenti ceramici, espressamente studiati e prodotti per questo cantiere e applicati secondo specifiche indicazioni costruttive. Tra l’esperienza milanese e quella di Bologna vi è tuttavia una significativa differenza, poiché per Pinnacle Libeskind ha curato sia il progetto architettonico sia il progetto della piastrella. Il risultato finale è un passo in avanti verso un nuovo linguaggio espressivo per le facciate in ceramica, che offre ai progettisti nuovi spunti a livello compositivo, nel segno della riduzione dell’inquinamento ambientale e dell’autopulizia garantita dalla tecnologia impiegata.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Pinnacle di Daniel Libeskind, ecco le foto Architetto.info