Queen Alia, inaugurato l'aeroporto di Amman progettato da Foster + Partners | Architetto.info

Queen Alia, inaugurato l’aeroporto di Amman progettato da Foster + Partners

wpid-14608_queenaliafosterpartners.jpg
image_pdf

È stato ufficialmente inaugurato l’aeroporto internazionale Queen Alia ad Amman, in Giordania, uno scalo di importanza cruciale nell’area mediorientale, che ha impiegato cinque anni per la sua realizzazione.

Queen Alia è uno dei più ambiziosi progetti realizzati in tempi recenti dallo studio Foster + Partners, che l’ha pensato come un aeroporto modulare e flessibile, proprio in virtù della prevista costante crescita di importanza: si prevede infatti che aumenterà la sua capacità del 6% l’anno fino al 2030, passando dagli attuali 3 a 12,8 milioni di passeggeri.

Il particolare clima della capitale giordana, dove d’estate le temperature subiscono forti sbalzi tra il giorno e la notte, ha influenzato la scelta di impiegare interamente il calcestruzzo per la costruzione, ottenendo una gestione passiva della temperatura grazie all’alta massa termica.

Il tetto dell’aeroporto appare come un perfetto incastro di moduli, costituiti da cupole concave in calcestruzzo, estese oltre il perimetro per creare ombra sulle facciate. I moduli sono concepiti per essere aumentati in caso di estensione della superficie dell’aeroporto. Le cupole si estendono dalle colonne portanti rievocando le foglie di una palma del deserto, e in queste giunture sono create piccole aperture che permettono alla luce di fluire liberamente all’interno. Per rimarcare il legame con l’ambiente locale, ogni soffitto esposto riporta un pattern geometrico ispirato alle forme tradizionali islamiche.

Le ampie vetrate, disposte su tutti i lati della struttura, permettono di orientarsi facilmente e di guardare all’esterno da qualsiasi punto di vista. Due file di gate per le partenze corrono su entrambi i lati dell’edificio centrale, che contiene anche gli spazi per i negozi, i bar e ristoranti e altri servizi.

I volumi si aprono su cortili che svolgono una funzione essenziale per la strategia ambientale dello scalo, filtrando l’inquinamento e pre-condizionando l’aria prima che essa entri negli impianti.

Per celebrare l’usanza delle famiglie di riunirsi negli aeroporti, è stata creata anche un’ampia piazza alberata, attrezzata con panchine e ombreggiata a dovere.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Queen Alia, inaugurato l’aeroporto di Amman progettato da Foster + Partners Architetto.info