Rhome for Dencity, gli inverter e i quadri di distribuzione elettrica | Architetto.info

Rhome for Dencity, gli inverter e i quadri di distribuzione elettrica

wpid-24242_solardecathloneuroperhome.jpg
image_pdf

Nei giorni scorsi Rhome for Dencity, il progetto curato dal team dell’Università Roma Tre guidato dallarch. Chiara Tonelli, ha vinto l’edizione 2014 del Solar Decathlon Europe tenutasi a Versailles, in Francia. In ciascuna delle dieci prove che costituiscono la gara, il prefabbricato alimentato totalmente ad energia solare ha registrato performance significative, totalizzando 840 punti e ottenendo il primo posto per il funzionamento della casa, il secondo per il comfort e il terzo per l’innovazione.

Questo mix vincente è il frutto di una serie di contributi forniti da vari partner coinvolti nell’iniziativa, che hanno visto in Rhome for Dencity l’opportunità di testare alcune soluzioni tecniche innovative. Nelle prossime settimane focalizzeremo l’attenzione sui singoli aspetti tecnico-progettuali legati al contributo dei partner privati, iniziando con le soluzioni per gli inverter e il controllo di energia fotovoltaica, batterie e accumulo, oltre al quadro elettrico principale e ad altri accessori legati all’aspetto elettrico.

Inverter e quadri elettrici

Per gli aspetti legati all’elettricità, Rhome for Dencity ha potuto contare sul contributo di Schneider Electric. L’azienda ha fornito gli inverter per la conversione dell’energia solare, sistemi di comunicazione necessari per consentire l’integrazione degli inverter nel sistema di gestione energetica dell’edificio, i quadri di distribuzione elettrica e le apparecchiature necessarie per la serie civile (modelli Merten System M).

La dotazione completa fornita da Schneider Electric a Rhome for Dencity

Conext RL Inverter fotovoltaico monofase per impianti connessi in rete è l’inverter associato ai pannelli fotovoltaici installati sul tetto della casa. Il modello fornito è il 5000E da 5kW che ha 2 MPPT necessari, in quanto i pannelli fotovoltaici installati sul tetto non sono tutti complanari (ci sono 2 inclinazioni diverse). Con esso è stato fornito anche un DC Box, cioè un quadro di parallelo e sezionamento delle stringhe fotovoltaiche. 

Conext RL Inverter

Inoltre, l’inverter off grid Conext KW con sistema di gestione di accumulo, in un modello da 4,5 kW corredato di sistema di batterie (acquistate da un fornitore esterno, Exide Technologies, e fornite al team sempre da Schneider Electric) aveva lo scopo di immagazzinare nel sistema di accumulatori il surplus di energia prodotto dall’impianto fotovoltaico durante il giorno e poi di convertire l’energia immagazzinata nelle batterie in c.a. per l’alimentazione dei carichi durante la notte.

Conext XW

Per entrambi gli inverter sono stati forniti i relativi “communication box” per l’integrazione nel sistema di gestione energetica del building. Il communication box dell’inverter Connext RL funge di fatto da “datalogger” per l’impianto fotovoltaico, consentendo di monitorare via web i dati di produzione di energia fotovoltaica; il communication box per l’Inverter Connext XW, mediante connessione a PC, consente sia di settare i parametri di funzionamento dell’inverter sia di monitorarne da remoto il funzionamento.

L’azienda ha inoltre fornito al team due quadri di distribuzione: un quadro master ed un quadro slave, necessari per connettere alla rete elettrica l’impianto della casa, integrarne i componenti elettrici, distribuire l’energia alle varie utenze.

E’ stato utilizzato un quadro slave da esterno, realizzato in carpenteria (serie Thalassa, grado di protezione IP66) e composto dai prodotti della serie Acti 9 di Schneider Electric. Il quadro realizza la rete di distribuzione dei dispositivi energetici installati all’esterno dell’edificio: l’inverter RL , il sistema solare termodonamico, la pompa di calore. Il quadro master da interno, realizzato in carpenteria metallica (serie Prisma G) costituisce invece il centro di smistamento dell’energia elettrica nella casa. Realizza la connessione alla rete elettrica, riceve il contributo dell’inverter XW e del quadro slave esterno a cui è collegato l’impianto fotovoltaico, distribuisce attraverso i componenti della serie Acti 9 l’energia a tutta la casa.

Inoltre, sono stati forniti dei componenti dalla serie civile Merten (System M) per la casa.

Copyright © - Riproduzione riservata
Rhome for Dencity, gli inverter e i quadri di distribuzione elettrica Architetto.info