Richard Meier 'conquista' Bogota' con due torri residenziali | Architetto.info

Richard Meier ‘conquista’ Bogota’ con due torri residenziali

wpid-22032_.jpg
image_pdf

Svelati i disegni del primo progetto a Bogotà dello studio Richard Meier & Partners. Si tratta di Vitrvm, complesso residenziale formato da due torri di 13 piani unite alla base, che ospitano 36 appartamenti lungo la Septima Avenue, nella parte nord della capitale colombiana.

“Il progetto prende ispirazione dalla bellezza degli immediati dintorni – spiegano gli architetti di Richard Meier & Partners -. L’obiettivo è riflettere i bellissimi giardini e i grandi alberi del Parco Chico e del Seminario Mayor, uno dei più importanti della Colombia”.

Le due torri di Vitrvm sono caratterizzate da forme singolari, ciascuna con un’espressione unica ma in dialogo con l’altra. La torre numero 1 ha una struttura prismatica, articolata in superfici ondulate e ‘scolpite’, mentre la torre 2, di forma pressoché rettangolare, è definita da due livelli solidi marcati. La volumetria di entrambe le strutture vuole instaurare un rapporto con l’immediato contesto, rispondendo alla necessità di offrire un’ampia veduta esterna ma anche di garantire la privacy di ciascuna unità abitativa.

La torre 1 ospita due appartamenti per piano, due unità grandi e distinte, ciascuna dotata di quattro camere da letto e un panorama che spazia dalla vivace città al tranquillo scenario del vecchio seminario. In contrasto, la torre 2 ha un solo appartamento per piano composto da tre camere da letto e uno studio. Quest’ultimo, insieme alla zona living si affaccia verso nord, con vista sul paesaggio che circonda il Seminario e le montagne verso est.

La lobby al secondo piano, preceduta da un grande porticato, è condivisa dalle due torri. Al primo piano sono presenti dei servizi comuni tra cui una sala multifunzionale, una piscina coperta, una palestra e una sala giochi per bambini. Altri elementi arricchiscono le zone esterne di Vitrvm sia al piano terra che sulle terrazze pubbliche. Alla sommità dell’edificio, trova posto una grande terrazza, suddivisa in due aree private, destinate alla unità attico, e in una zona aperta a tutti.

“Gli interni di Vitrvm saranno complementari al concetto architettonico – commenta Richard Meier -. I materiali naturali con i toni della pietra, del legno e della terra dialogheranno con la tavolozza dei colori della luce, dal bianco al grigio all’effetto dato dal vetro. La forma trasparente e minimale del progetto arricchirà lo skyline Bogotà. Dall’alba al tramonto la luce filtrerà attraverso i moduli residenziali creando condizioni di luce particolarmente vivaci”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Richard Meier ‘conquista’ Bogota’ con due torri residenziali Architetto.info